13 Febbraio 2024

Gruppo Sparkasse: 1,3 Mld di Nuovo Erogato nel 2023, CiviBank torna in Positivo

Utile più che dimezzato rispetto all’esercizio 2022 per Cassa di Risparmio di Bolzano, che nel 2023 ha totalizzato 82,2 milioni di euro, ma crescono i ricavi da margine interesse (301,5 mln, +13,2% annuo) e da servizi (131,2 mln, +14,3%).

Stabili le altre voci nel confronto annuale: la raccolta diretta da clientela si attesta a 12,2 miliardi, quella gestita a 3,3 mld, il totale attivo a 17,2 mld. Le nuove erogazioni di credito a medio/lungo termine ammontano a 1.372 mln, di cui 1.004 a favore delle imprese e 368 alle famiglie. Lo stock dei crediti lordi verso la clientela del nuovo Gruppo, comprendendo Banca Popolare di Cividale del Friuli, ammonta a 10 mld.

CiviBank, acquisita nel 2022, ha chiuso invece l’anno scorso con un utile di 10,7 mln dai -33,8 del precedente bilancio, imputabili all’adozione di nuove policy in materia di accantonamenti sui rischi creditizi a seguito dell’operazione. Salgono anche i ricavi (125,6 mln, +1,4%), scendono però margine di interesse (90,6 mln, -11,1%) – a causa della raccolta più cara, solo parzialmente compensata dagli interessi attivi sui finanziamenti – e commissioni nette (35,9 mln, -9,3%). Invariata a 3,24 mld la raccolta diretta da clientela, mentre la contrazione della domanda riduce il totale dei prestiti (3,15 mld, -10,5%). Infine, costo per il rischio di credito abbattuto da 66,7 a 27,5 mln. In netto miglioramento – come per la capogruppo – i valori dei differenti indici patrimoniali, di qualità del credito e liquidità.

In sostanza, un 2023 caratterizzato da una lineare rappresentazione dei punti di forza del Gruppo, dopo un 2022 influenzato dagli effetti positivi dell’acquisizione di CiviBank, che ora contribuisce alla redditività complessiva. La presidente di Civibank Alberta Gervasio ha fiducia nel “nuovo ciclo della banca: crediamo che l’esercizio in corso potrà ulteriormente esprimere il potenziale grazie alle azioni commerciali già in programma“, a partire dal lancio di nuovi prodotti nei prossimi mesi per “crescere sia nell’erogazione del credito che nella raccolta. In primavera definiremo anche un nuovo piano di sviluppo per il triennio 2024/2026: siamo convinti che i nostri clienti trarranno beneficio da queste iniziative e che il ruolo di banca del territorio sarà ancora più tangibile“.
Strategica, per risparmiare sui costi e sviluppare i profitti, la sinergia con Sparkasse: “Stiamo preparando un nuovo piano industriale di gruppo” conferma l’ad e dg Nicola Calabrò, che punta sul “rafforzamento della rete di entrambe le banche e importanti investimenti tecnologici“.

Pitagora e Sparkasse presentano i Dettagli del Rinnovo della Partnership

(Visited 61 times, 48 visits today)
Navigazione fra articoli