“Consideriamo l’Opa di Sparkasse nei fatti ostile. Non possiamo abdicare ad avere una banca radicata nel nostro territorio e regalare ad altri il valore futuro dell’istituto senza alcun beneficio”.

Queste è la dichiarazione della presidente di Civibank, Michela Del Piero, dando voce al consiglio di amministrazione, che ha definito “ostile” la decisione della Cassa di Risparmio di Bolzano Spa, assunta a dicembre, di promuovere un’offerta pubblica di acquisto volontaria per la totalità delle azioni ordinarie della Banca e un’Opa per la totalità dei warrant denominati “Warrant Banca di Cividale Spa – 2021-2024”.

  “La formalizzazione della decisione del cda di Civibank avverrà ai sensi della legge e dopo l’autorizzazione da parte della Consob”, ha anticipato Del Piero.

“Ci abbiamo messo molto ad esprimere questo parere – ha continuato la presidente – in quanto Sparkasse era un partner che avevamo scelto per un progetto condiviso di Banca del Nordest. Si prevedeva un percorso di consolidamento della crescita, in linea con quanto fatto sinora, con risultati raggiunti nel 2021 che erano in previsione per il 2023, ma Sparkasse avrebbe dovuto considerare che non era ancora per noi il momento di fare operazioni straordinarie. Il partner, invece ha cambiato idea, facendo un’operazione, l’Opa, che per la sua stessa definizione è ostile”.