1 Marzo 2024

Prestiti, il 10% degli Italiani ne ha Accesi almeno 4 insieme

Un italiano su 10 ha quattro prestiti accesi e oltre la metà impiega almeno due anni per estinguere il passivo.

Emerge dal primo Osservatorio sull’indebitamento di Bravo, fintech operativa nella gestione e liquidazione dei debiti privati, che ha intervistato oltre 9mila clienti.
Nel 2023 inflazione e caro vita hanno aumentato il debito medio a persona a 25.500 euro (+6,6% annuo). A ricorrere al finanziamento sono in prevalenza uomini over 40 residenti al Nord (soprattutto in Lombardia) con un contratto di lavoro a tempo indeterminato, dunque con i requisiti migliori per accedere al credito. La maggior parte del campione (39%) è impiegato in attività commerciali e nei servizi e per il 77% i prestiti personali e finalizzati rappresentano il principale strumento creditizio per ottenere liquidità immediata.

Altri numeri della survey: per oltre un quarto degli utenti l’indebitamento supera i 30mila euro e solo per l’8,5% arriva oltre 50mila; il 32,4% si trova a dover gestire due debiti contemporaneamente, il 26,7% uno, il 21,7% tre, il 10,5% quattro, il 4,9% cinque e il 3,8% addirittura sei o più.
Da qui l’attenta supervisione delle banche nella gestione dei crediti deteriorati, in costante calo dai bilanci, la necessità di una maggiore divulgazione della cultura creditizia nella popolazione e l’importanza della consulenza nella sottoscrizione di prestiti e prodotti finanziari, che aiuti la clientela a valutare la situazione reddituale, in particolare l’erosione prospettica dell’attuale potere d’acquisto in assenza di aumenti salariali.

Il Valore della Consulenza del Credito nell’ambito del Rinnovo del D.Lgs 141/2010 a Leadership Forum

(Visited 167 times, 1 visits today)
Navigazione fra articoli