6 Aprile 2023

Crediti Edilizi, le Banche riaprono gli Acquisti

Dopo Intesa Sanpaolo e UniCredit anche Cassa Centrale Banca riavvia gli acquisti dei crediti fiscali legati legati ai bonus edilizi e al Superbonus, utilizzando la leva delle ricessioni per aumentare la capienza fiscale.

Grazie alla conclusione di alcune ricessioni, sia a livello di capogruppo che a livello di singole banche – comunica Ccb -, abbiamo ripreso a soddisfare le esigenze di una parte della clientela, soprattutto famiglie, che è in condizione di vendere anche alla luce del decreto n.11/2023“. L’avvio di varie cessioni fuori dal suo perimetro ha allargato le maglie per compensare i crediti, rivolgendosi nuovamente ai clienti soprattutto per smaltire le domande arretrate. Grazie a questo strumento, che coinvolge le imprese per rilanciare il mercato, Intesa ha già sbloccato 6,5 miliardi di euro e solo ieri ha siglato altri 2 accordi per la ricessione dei crediti – con l’università Luiss Guido Carli e il Gruppo Tosto – per un valore fiscale di ulteriori 110,5 milioni complessivi.

Così, negli ultimi giorni, UniCredit: per supportare gli operatori che hanno completato i lavori e necessitano di cedere i crediti, l’istituto guidato da Andrea Orcel sta stringendo accordi con 11 importanti player di mercato operanti in diversi settori economici. In questo caso l’acquisto dei crediti è effettuato da EBS Finance, società di cartolarizzazione del gruppo , che li cederà poi a clienti terzi. Lo stesso Banco Bpm e Crédit Agricole Italia: anche loro, in modalità differenti, stanno riaprendo alle cessioni invertendo la tendenza negativa del mese scorso.

Mercato Creditizio e Immobiliare, Destini Incrociati con Tassi e Inflazione

(Visited 275 times, 1 visits today)
Navigazione fra articoli