18 Settembre 2023

IVASS, Raccolta Premi trainata da Ramo IV nel Vita e Non Auto nel Danni

Nella sua ultima comunicazione statistica l’IVASS ufficializza, riguardo il primo trimestre 2023, la tendenza emersa dalle recenti semestrali delle compagnie assicurative: il comparto ha raccolto complessivamente 37,6 miliardi di euro; i rami Vita sono risultati in contrazione su base annua (-3,7%), mentre prosegue l’espansione del Danni (+10,3%).

Il calo del business Vita – come evidenziato proprio qualche giorno fa anche da ANIA Trends – è dovuto soprattutto all’andamento del ramo III (-38,2% annuo), mentre il ramo I registra un incremento del +14%; si osserva inoltre un notevole aumento della raccolta legata ai Fondi di ramo VI, quasi raddoppiata rispetto al 2022. Cresce ancora la quota di raccolta intermediata da sportelli bancari e postali e agenzie, diminuisce invece il peso della rete dei consulenti finanziari.

Lo sviluppo del Danni è trainato dai rami non Auto (+12,7%), in particolare: Salute (+14%), Property (+10,6%) e R.C. generale (+13,7%), Credito e Cauzione (+16%). Lieve recupero della raccolta anche per il comparto Auto (+6,6%), dopo oltre 10 anni di contrazione. Qui, da gennaio a marzo, cresce la quota di premi intermediati da broker e agenti rispetto al totale (rispettivamente del 17,5% e 4%); mentre le agenzie con mandato riducono il loro giro a poco più del 64%.
L’IVASS osserva, nel settore Vita come nel Danni, una riduzione progressiva del numero di assicurazioni con sede legale in Italia, anche dovuta a operazioni di acquisizione e fusione.

Focus Polizze Vita di Risparmio – UnipolSai presenta le Novità dell’Offerta e spiega le Prospettive di Medio Periodo

 

(Visited 205 times, 1 visits today)
Navigazione fra articoli