PLTV riporta articolo da MF del 20 marzo 2020

Banca d’Italia e Ivass, con un’azione congiunta, scendono in campo contro le polizze legate ai finanziamenti e ai mutui.

Non e’ una demonizzazione di questi prodotti. Anzi, si tratta di coperture assicurative che possono essere molto utili alle famiglie per ridurre i rischi di perdite finanziarie. Ma le pratiche commerciali scorrette sembrano andare avanti da anni e, nonostante i numerosi interventi del legislatore e delle autorita’ che si sono succeduti negli anni, non sono ancora state debellate. Nei giorni scorsi era stata l’Antitrust a sanzionare primari istituti bancari (Unicredit, Bnl, Ubi e Intesa Sanpaolo) per un importo di oltre 20 milioni.

Ora, scrive MF, in una lettera inviata al mercato a firma del governatore delle Banca d’Italia, Ignazio Visco e del presidente di Ivass, Daniele Franco, e’ stata indicata la strada agli operatori per evitate che fenomeni del genere si ripetano di nuovo. In aiuto, tra l’altro, dovrebbe arrivare anche la nuova direttiva sulla distribuzione assicurativa (Idd) che obbliga gli operatori alla massima trasparenza sui costi e a vendere ai clienti solo ed esclusivamente i prodotti di cui hanno effettivamente bisogno. Ma evidentemente, anche questa, potrebbe non bastare. Nella loro lettera al mercato le autorita’ alzano di nuovo la guardia sottolineando la responsabilita’ dei competenti organi direttivi e di controllo degli intermediari finanziatori nel verificare che i prodotti offerti in abbinamento siano correttamente proposti alla clientela. Le banche e gli intermediari devono inoltre dare chiare indicazioni alla clientela sulla natura dei prodotti.