21 Febbraio 2023

Eurovita, 400 Milioni per Recuperare le Minusvalenze dei Bond Esteri

Sale il conto del salvataggio di Eurovita: metterla in sicurezza costerà il doppio di quanto richiesto da Ivass.

Servono fino a 400 milioni di euro di aumento di capitale per riportare a livelli accettabili la Solvency, scesa sotto il livello di guardia a causa dei titoli governativi esteri. Secondo i ricalcoli del Sole 24 Ore, infatti, dei circa 15 miliardi di euro di asset della compagnia assicurativa, 6 sono riferibili ai prodotti unit linked e 9 alle gestioni separate: di questi, quasi il 70% è investito in bond governativi straniere, soprattutto tedeschi e francesi. Obbligazioni su sui, a causa dell’impennata dei tassi di interesse, Eurovita conta solo minusvalenze e nessun rendimento.

Questo portafoglio di bond ha eroso l’indicatore di solidità rendendo ardua la ricerca di un riassicuratore che argini lo scenario del 40% di riscatti di polizze vita messo in conto dal regolatore. Intesa Sanpaolo Vita, Generali e Unipol sono i primi grossi operatori del comparto a cui si guarda per guidare una soluzione di sistema, insieme a player più piccoli. Dai primi sondaggi, il settore appare disponibile a intervenire, ma il tempo stringe e ogni mese che passa la situazione dei conti è destinata ad aggravarsi. In ballo ci sono poco oltre 1 miliardo di premi. L’obiettivo è definire quantomeno una bozza di road map nella prima settimana di marzo, per sottoporre poi il progetto ai potenziali soggetti interessati.

https://www.pltvbroker.it/2023/02/20/polizze-vita-prodotti-competitor-e-riscatti-allarme-scongiurato/

(Visited 397 times, 9 visits today)
Navigazione fra articoli