21 Febbraio 2023

Factoring Strategico per il Pnrr: +14,5% annuo nel 2022

Nel 2022 in Italia il volume di crediti commerciali liquidati è stato di circa 287 miliardi (+14,5% sul 2021) mentre anticipi e corrispettivi erogati in essere hanno superato i i 56,6 miliardi (+10%).

Sono i dati preliminari del mercato pubblicati da Assifact. In particolare nel secondo semestre dell’anno scorso le imprese hanno chiesto più liquidi per il “venir meno dei supporti statali e le forti pressioni sul capitale circolante causate dall’impennata inflattiva spiega Alessandro Carretta, segretario generale Assifact. Una crescita dovuta anche a: l’aumento delle operazione di supply chain finance (+16%); la fidelizzazione che le società di factoring sono riuscite a sviluppare con i loro clienti; il minor ricorso al credito bancario dovuto ai più stringenti criteri di concessione adottati dagli istituti, diventati più sensibili al rischio insolvenza a causa delle prospettive di recessione (ora rientrate).

Il comparto potrebbe risultare strategico per il Pnrr. “La normativa e i piani di attuazione non dovrebbero contenere previsioni che ostacolano la cessione dei crediti e la connessa possibilità delle imprese esecutrici di finanziarsi smobilizzando l’attivo circolante” spiega Carretta, chiedendo al governo di eliminare la burocrazia, consentendo: la stipula mediante scrittura privata e comunicazione mediante piattaforma crediti commerciali per tutte le cessioni di crediti verso Pa; il superamento del privilegio della Pa di rifiuto della cessione; la limitazione o abolizione del ricorso alle clausole di incedibilità dei crediti commerciali.

(Visited 106 times, 1 visits today)
Navigazione fra articoli