“La differenziazione del business e la visione a lungo termine – afferma Fabrizio Prete, presidente di Gabetti – sono state le strategie adottate all’interno di Gabetti per superare i momenti di crisi che ha attraversato il mercato immobiliare negli ultimi 10 anni. Nel 2005 il 49% del fatturato consolidato del Gruppo era concentrato nell’ intermediazione, attualmente pari al 26%. Oggi il 18% del fatturato è rappresentato dalle agenzie in franchising e la restante parte deriva dai servizi immobiliari, che vanno dagli studi di fattibilità alla ristrutturazione degli edifici tramite incentivi statali, passando per le società del Gruppo che si occupano di mutui e crediti deteriorati. Gabetti è mediazione creditizia e assicurativa, NPLs, riqualificazione immobiliare, nuovi servizi per le costruzioni, short rent, consulenza nel mondo del calcio, engeneering e advisory. Il cambiamento è stato la chiave per riportare il Gruppo a crescere, il mercato va continuamente innovato, non va subìto.”

Nel 2019, per quanto riguarda il solo mercato dell’intermediazione immobiliare, si stima per le agenzie del Gruppo Gabetti la vendita di 18.348 immobili, pari al 3% sul totale del transato Italia. Negli ultimi 5 anni Gabetti ha transato immobili per una cifra totale di 76.294 unità. Attualmente le agenzie attive sono 1.177, contro le 1.106 del 2018.

I NUOVI PROGETTI DEL GRUPPO

Nel 2019 il Gruppo Gabetti ha dato il via a quattro progetti fondamentali che si svilupperanno per tutto il 2020: la partnership con Enel X e con altri attori del settore, per la riqualificazione dei condomini e degli immobili privati con la cessione del credito, agevolata da Ecobonus e Sismabonus; il progetto Home Value, Short Rent e Gabetti Calcio.

Nel 2019 il Gruppo Gabetti ha eseguito interventi di ristrutturazione per un valore di oltre 50 milioni di euro. – dichiara Roberto Busso, amministratore delegato Gruppo GabettiQuesto perché abbiamo cavalcato prima di tutti le opportunità derivanti dalle agevolazioni previste dalle normative statali con la cessione del credito Ecobonus e Sismabonus. Siamo partiti con la partnership con Enel X e un roadshow nazionale con lo scopo di formare tutti i nostri agenti immobiliari e mediatori del credito sulla materia. Nessuno fino a pochi anni fa avrebbe mai pensato che il futuro del real estate sarebbe passato anche per il mercato delle ristrutturazioni”.

Un aspetto importante di questa operazione è la possibilità di poter accedere più facilmente al credito per la quota residua dei lavori di riqualificazione.  Monety, società di mediazione creditizia del Gruppo, ha sviluppato con i maggiori istituti del credito, soluzioni e prodotti innovativi per questa specifica esigenza, un ulteriore indotto di crescita per Monety che quest’anno prevede un aumento di fatturato di circa il 68%.