L’economia dell’area euro sta gradualmente ripartendo ed è atteso un “netto miglioramento nella seconda metà del 2021, via via che i progressi nelle campagne di vaccinazione consentono di allentare ulteriormente le misure di contenimento.

Questo è quanto si apprende dal  bollettino economico della BCE, che nota come “allo stesso tempo permangono incertezze”.

In particolare, a pandemia in corso, con il diffondersi delle varianti del virus (Delta), e le sue implicazioni per le condizioni economiche e finanziarie continuano a rappresentare una fonte di rischi.

La Variante Delta minaccia il progresso di uscita dalla pandemia dell’Europa, rappresentando oggi il 98% dei casi in UK, il 96% in Portogallo, il 99% in Russia (principalmente San Pietroburgo), 26% in Italia, 15% in Germania e 7% in Francia.