Competenze verticali, digitale e presidio territoriale gli ingredienti per avvicinare il credito immobiliare alle persone e alle aziende.

Il risultato è l’accordo di partnership tra AlphaCredit S.p.A, società di mediazione creditizia e Mail Express Poste Private, società controllata da Mail Express Group S.p.A., holding specializzata nei servizi postali, e nel mondo dei tributi.

L’accordo tra le società è frutto di mesi di lavoro necessari per la messa a punto delle modalità operative e contrattuali. Questa collaborazione rafforzerà la presenza territoriale di AlphaCredit che, oltre alla rete di 100 collaboratori, potrà contare su un presidio fisico di oltre 200 punti fisici. Mail Express potrà arricchire l’offerta di prodotti creditizi da destinare agli oltre 400.000 clienti che utilizzano i propri servizi.

Al centro dell’operatività le tecnologie digitali delle aziende, che permetteranno di prequalificare le domande di credito e velocizzarne la presentazione e l’iter istruttorio, fissando un nuovo standard di efficienza per il settore.

La partnership prevede anche l’integrazione del preventivatore AlphaCredit all’interno del sito web di Mail Express www.ufficiopostale.it. Questo sito, grazie ad un processo innovativo, unisce al risparmio di tempo e di costi anche un ridotto impatto ambientale rispetto all’invio tradizionale di corrispondenza.

Per Samuele Lupidii, Ceo di AlphaCredit, “l’accordo di partnership, nel totale rispetto della normativa in materia di intermediazione del credito, con una grande realtà di Poste Private come Mail Express permetterà la diffusione capillare del nostro servizio in tutta Italia, avvicinandoci sempre di più alle persone e alle loro esigenze creditizie. Inoltre vedremo rafforzata la nostra presenza online”. 

Sulla stessa linea Bachisio Ledda, founder & Ceo di Mail Express Group, “ho sempre creduto che le belle idee non muoiono mai, i nostri 24 anni di storia aziendale lo dimostrano. L’accordo con AlphaCredit è un ulteriore passo verso il domani, dove il cliente sarà sempre più assistito grazie a nuovi servizi e tecnologie del nostro ecosistema d’impresa“.