12 Giugno 2024

Bankitalia: calano solo i Tassi sui Mutui, il Credito prosegue a contrarsi

Bankitalia comunica che anche ad aprile 2024 il ridimensionamento gli interessi praticati dalle banche sui mutui ipotecari ha anticipato il taglio operato dalla BCE la scorsa settimana, mentre resistono quelli applicati al credito al consumo e ai finanziamenti alle imprese, come già rilevato dal bollettino ABI nello stesso mese.

In dettaglio, i tassi per comprare casa si sono collocati al 4,09% (4,21% a marzo); stabile al 14% la quota di quelli accesi con periodo di determinazione iniziale del tasso fino a 1 anno. Il Taeg sui nuovi contratti di credito al consumo si è posizionato al 10,59% (10,61%).
I tassi di interesse sui prestiti alle aziende società non finanziarie sono stati pari al 5,30% (5,26%): per importi fino a 1 milione di euro hanno toccato il 5,70%, per cifre superiori il 5,04%. Invariati all’1,04% i tassi passivi sul complesso dei depositi in essere.

Di conseguenza, continua a flettere il credito concesso al settore privato dagli intermediari: -2,2% annuo ad aprile (-2,4% a marzo), con i prestiti alle famiglie ridottisi dell’1,2% (-1,4%) e quelli alle aziende del 3,4% (-3,9%).
Infine i depositi sono scesi dell’1,6%, mentre la raccolta obbligazionaria è aumentata del 21,6% confermandosi uno dei principali canali di raccolta degli istituti.

Festeggiano le associazioni di consumatori, che sembrano badare però solo al business dei mutui immobiliari e non alla contrazione generale delle erogazioni né agli alti interessi che ancora gravano sugli altri segmenti di mercato.
Già da maggio e nel mese in corso si è assistito tuttavia a un calo – almeno per il credito al consumo – che certamente continuerà durante l’estate, soprattutto se Francoforte dovesse tagliare di altri 25 cent il costo del denaro nella prossima riunione del consiglio direttivo, in agenda il 18 luglio.

Mutui: “Verde” Speranza all’orizzonte, intanto Calano anche i tassi Variabili

(Visited 163 times, 17 visits today)
Navigazione fra articoli