Nell’ambito delle iniziative adottate a fronte dell’emergenza da COVID-19, ProntoPegno S.p.A., Monte dei Pegni del Gruppo Banca Sistema, comunica di aver sospeso almeno fino a ottobre 2020 le aste dei beni oggetto delle polizze scadute da dicembre 2019 o che scadranno fino ad agosto 2020: i pegni scaduti in tale periodo e non rinnovati o ritirati, non verranno pertanto messi all’asta almeno fino a ottobre 2020.

Giuseppe Gentile, direttore generale ProntoPegno (nella foto) ha commentato: “Con il prolungarsi della crisi sanitaria legata al nuovo coronavirus, i cittadini italiani si trovano in molti casi ad affrontare una seconda emergenza, di tipo economico. ProntoPegno vuole restare al fianco dei propri clienti, garantendo loro l’accesso al credito in modo rapido e sicuro, grazie alla forma di finanziamento più antica al mondo, volta a supportare necessità economiche momentanee evitando che soggetti in difficoltà ricorrano a forme di sostegno non dignitose o all’usura. Il nostro obiettivo inoltre è che allo scadere del finanziamento il cliente rientri in possesso del proprio bene, a differenza di quanto avviene con i compra-oro. Per questo abbiamo deciso di sospendere le aste e il decorso degli interessi di mora per i periodi indicati, così da andare incontro alle esigenze della clientela concedendo di fatto più tempo per provvedere alla restituzione della somma ricevuta in finanziamento.”

Riprende invece il calendario aste a partire dai prossimi 18 e 19 maggio per la vendita dei beni oggetto di pegno relativi a polizze scadute fino al 30 settembre 2019.

Con riferimento a quanto disposto dal Decreto Liquidità, ProntoPegno ha deciso inoltre di prorogare di 52 giorni le polizze con scadenza originaria compresa tra il 9 marzo e il 30 aprile, non applicando in tale periodo interessi di mora. I clienti potranno comunque procedere al rimborso del finanziamento in qualunque momento, anche in via anticipata.

È stata infine resa disponibile, sia in versione Android che iOS, l’App ProntoPegno, un’applicazione che in fase di lancio era stata pensata per rispondere alle esigenze dei clienti che desideravano accedere al servizio del credito su pegno anche in modo virtuale e che oggi risulta più che mai utile per limitare gli spostamenti e contenere la diffusione del virus. L’App permette infatti, attraverso la funzione della videochiamata, di chiedere e ottenere una valutazione preliminare non vincolante dei propri beni a distanza, in modo semplice, immediato e sicuro. Tra le funzionalità è prevista inoltre la possibilità di prenotare un appuntamento presso gli sportelli.