PLTV riporta il commento sulla Semestrale di Mario Alberto Pedranzini, consigliere delegato e direttore generale di Banca Popolare di Sondrio.

“Abbiamo registrato un utile netto pari a circa € 105 milioni grazie soprattutto alla forte crescita dell’attività bancaria caratteristica che supera il mezzo miliardo di euro, evidenziando una volta di più la nostra natura di ‘banca che fa banca’ in modo efficace ed efficiente. 

In merito alla prevedibile evoluzione della gestione, il quadro macroeconomico generale continuerà a presentare elementi di criticità dovuti agli effetti del conflitto in corso in Ucraina, alle incertezze relative agli approvvigionamenti di energia e ai prezzi delle materie prime, nonché alle forti pressioni inflattive, senza dimenticare le nuove varianti del Covid-19. I mercati finanziari, il cui andamento nella prima parte dell’anno è stato prevalentemente negativo, continueranno presumibilmente a essere volatili.

In tale contesto, il Gruppo, grazie alle solide basi patrimoniali e alla capacità di resilienza del modello di business finora mostrata, dovrebbe ragionevolmente continuare ad ottenere risultati positivi, almeno in linea con l’andamento del primo semestre.”

I finanziamenti verso clientela si attestano a € 33.271 milioni, in significativo incremento (+7,1%) rispetto a € 31.059 milioni di fine 2021. Risultano in crescita tutte le principali forme tecniche sia di breve sia di medio-lungo periodo con una performance particolarmente significativa del factoring…