Le telecamere di PLTV dentro Palazzo Caracciolo, a Napoli, per la serata di gala della convention 2022 di Italcredi.

E’ molto importante per noi sapere di avere le spalle un gruppo bancario solido come la Cassa di Ravenna, ci rassicura sulla possibilità di operare nel pieno senso del servizio che rendiamo nei confronti dei clienti – ha detto Luca Anselmi, presidente di Italcredi -. È bello avere la possibilità di tenere in casa dei personaggi che rappresentano un back office importante e condividere con la capogruppo la possibilità di elaborare strategie nuove che sappiano adeguare la nostra presenza sui mercati dalle loro esigenza, sapere che c’è un partner affdabile che ci aiuta intellettualmente a livello manageriale e organizzativo”.

Fabrizio Nannotti, vice direttore generale e direttore commerciale, ha annunciato che “per il 2023 la società ha riorganizzato tutta l’attività distributiva”, per “coprire una maggiore canalità dell’attività di vendita, sfruttando le sinergie sia sul fronte degli uffici diretti che sul fronte delle banche proprietarie e convenzionate”. L’obiettivo è “essere presenti nei prossimi anni con maggiore forza su canali finora sottovalutati”. A questo contribuirà anche il web, grazie a “nuove iniziative di comunicazione e marketing che saranno alla base delle attività future”.

Lo strumento del Customer relationship management, recentemente introdotto in Italcredi, “sarà il raccordo dei tre canali della rete distributiva: gli agenti, le filiali dirette e l’online – afferma il responsabile del CRM, Antonio Lo Faro -. Dobbiamo mettere al centro cliente innalzando il livello di servizio, aumentando l’efficacia dei contatti e gestendone al meglio il timing. Il CRM ci consentirà di governare al meglio resa e difesa dei nostri portafogli“.

Tra le new entry in Italcredi, Marco Fiorito, coordinatore delibere: “I punti di forza della società sono la struttura organizzativa ben definita e l’ottima qualità dei processi del credito lungo tutta la lavorazione della pratica. Ho trovato un ambiente coeso e familiare, con un grande spirito di squadra, con un’alta attenzione al rischio reputazionale e al rispetto del codice etico”. Nel campo della libera “abbiamo sempre dato grande attenzione alla tutela del cliente e di tutti gli operatori del settore – conferma Stefania Bachrach, responsabile ufficio Credito –. In questo periodo abbiamo investito tanto sulla velocità dei processi e nella formazione interna ed esterna”.