da Semestrale 2022 Intesa Sanpaolo

A seguito del forte rialzo dei tassi di mercato (IRS), con conseguenti effetti sui tassi dei Mutui Domus principalmente a tasso fisso, Intesa Sanpaolo ha offerto un’alternativa valida e competitiva con i mutui a tasso variabile con CAP.

Questa soluzione risulta particolarmente indicata per la clientela che desidera beneficiare dell’attuale valore favorevole dell’Euribor, usufruendo di un tasso variabile più contenuto rispetto agli attuali livelli di tasso fisso, e contestualmente tutelarsi da eventuali innalzamenti futuri del parametro grazie alla presenza di un tasso massimo fissato all’erogazione del mutuo.

Il mutuo variabile con CAP prevede infatti che per il periodo prescelto – metà o tutta la durata del piano – il tasso di interesse non possa mai superare quello massimo fissato contrattualmente.

È continuata inoltre l’offerta dei finanziamenti della gamma “Green”, con condizioni di tasso dedicate per chi acquista immobili ad elevata efficienza energetica (classe ≥ B) o effettua una riqualificazione dell’immobile volta ad aumentarne l’efficienza energetica.