LA BCC (BCC Ravennate e Imolese – gruppo Iccrea) ha confermato nel 2021 un utile di esercizio intorno a 24 milioni di Euro.

La capacità reddituale della Banca ha consentito un ulteriore rafforzamento del patrimonio di Vigilanza che ha superato i 420 milioni di Euro e rappresenta il principale elemento a tutela di Soci e Clienti.

Il Total Capital Ratio ha superato il 19% permettendo così di di garantire il sostegno all’economia del territorio.

LA BCC ha dato sostegno nel 2021 sia alle attività produttive con nuovi finanziamenti alle imprese, in particolare micro e piccole, sia alle famiglie.

In particolare, in questo ambito, il direttore generale Gianluca Ceroni (nella foto) afferma a PLTV: la banca si è particolarmente contraddistinta sia nella erogazione dei mutui prima casa che nella offerta di finanziamenti Cessione del V in accordo con Pitagora.

Sono stati collocati  oltre 2.800 mutui casa per circa Euro 355 milioni (in incremento di oltre il 40% rispetto all’anno precedente). 

Ottimi risultati sono stati anche raggiunti, finalmente nella Cessione del V, continua Ceroni. I nostri consulenti hanno imparato a proporla e siamo molto soddisfatti del lavoro fatto soprattutto verso i clienti che lavorano in aziende private. Per anni, la Cessione del V era stata la sfida della nostra rete commerciale, veniva sempre percepita come un finanziamento da non proporre ai clienti, perchè considerato una sorta di ultima spiaggia. Oggi invece i nostri consulenti ne hanno capito il valore e la propongono in modo corretto, conclude Ceroni”. 

LA BCC nel 2021 ha continuato a porre la massima attenzione al presidio sulla qualità del credito, che si è concretizzato in azioni mirate alla riduzione dello stock di deteriorato con strategie di copertura e di de–risking. La prudente gestione e gli interventi straordinari hanno permesso alla Banca di proseguire il percorso di miglioramento dell’incidenza del credito deteriorato netto sul totale credito netto, portandola fino all’1,8%, rispetto al 3,5% dell’anno precedente.

Tali risultati consentono alla cooperativa di continuare a concedere credito alle imprese del territorio (è di qualche giorno fa la proposta di finanziamenti a sostegno del “caro energia”) e mantenere aperta la possibilità di acquisto dei crediti fiscali.

Il Presidente de LA BCC, Secondo Ricci ha così commentato i risultati dell’anno 2021: “Voglio ringraziare i quasi 34.000 Soci per la fiducia che ci riservano, che favorisce il percorso di crescita della nostra cooperativa. Un percorso che parte dal basso, dalla comunità e dal territorio che abitiamo, il cui sviluppo sostenibile rappresenta la nostra priorità d’azione. I buoni risultati derivanti dalla prudente gestione adottata ci permettono di confermare un plafond di 1,8 milioni di euro da destinare alle erogazioni liberali di beneficenza e sponsorizzazioni sociali, che costituisce il nostro “dividendo” al territorio, e di consolidare i benefici offerti ai Soci in particolare per promuovere adeguati livelli di coperture assicurative e previdenziali. Il Consiglio di Amministrazione ha inoltre proposto di distribuire parte dell’utile agli azionisti sotto forma di dividendo in misura dell’1,5%”.