L’Assemblea degli Azionisti del Gruppo Bancario ViViBanca, in prima convocazione sotto la presidenza di Germano Turinetto, ha approvato il Bilancio d’Esercizio Consolidato al 31 dicembre 2021, che chiude con un utile di esercizio di pertinenza della capogruppo pari a Euro 3.832.082.

Allo stesso modo, il Bilancio Individuale di ViViBanca ha evidenziato una crescita dell’utile netto del 9,0%, chiudendo l’esercizio con un risultato pari ad Euro 4.422.927, rispetto agli Euro 4.058.953 dell’anno precedente.

A seguito della proposta del Consiglio di Amministrazione, l’Assemblea degli Azionisti ha approvato all’unanimità la destinazione dell’utile di esercizio, come segue:

  • a Riserva Legale (5%): Euro 221.146
  • a Riserva Utili (65%): Euro 2.874.916
  • a titolo di dividendo (30%): Euro 1.326.865

La deliberazione assembleare determina un prudente pay – out ratio pari al 30%, garantendo una più che ampia copertura dei requisiti patrimoniali e dei livelli di capitale interno richiesti dalla Banca d’Italia.

Si riepilogano di seguito le principali evidenze risultanti dal Bilancio Consolidato del Gruppo Bancario ViViBanca al 31 dicembre 2021.

Principali voci di conto economico riclassificato al 31/12/2021:

  • Margine di interesse: Euro 4.043 mila (+33,4% rispetto al 31 dicembre 2020)
  • Margine di intermediazione: Euro 19.369 mila (-33,8% rispetto al 31 dicembre 2020)
  • Costi operativi: Euro 13.405 mila (-34,9% rispetto al 31 dicembre 2020)
  • Risultato Netto: Euro 3.832 mila (+8,8% rispetto al 31 dicembre 2020)

In merito al Margine di Intermediazione consolidato si segnala che la riduzione del 33,8% è da imputare alla diminuzione della componente di utili da cessione, determinata dalla scelta di cedere ridotti volumi di crediti rispetto agli esercizi precedenti al fine di aumentare in misura consistente il portafoglio di crediti a libro.

Principali aggregati patrimoniali riclassificati al 31/12/2021:

  • Impieghi netti a clientela: Euro 372 milioni (+38,0% rispetto al 31 dicembre 2020)
  • Raccolta diretta: Euro 459 milioni (+26,5% rispetto al 31 dicembre 2020)
  • Patrimonio Netto di Gruppo: Euro 59 milioni (+39,0% rispetto al 31 dicembre 2020)

Germano Turinetto, presidente del Gruppo Bancario ViViBanca afferma: “Le acquisizioni avvenute nel 2021 ed il consolidamento del nostro posizionamento sul mercato, grazie anche alla chiusura dell’accordo con Cassa di Risparmio di Cento e la successiva integrazione di I.Fi.Ve.R. S.p.A. ci hanno permesso di confermare il trend positivo registrato negli ultimi anni, crescendo ulteriormente in termini di volumi erogati.”

Il direttore generale Antonio Dominici aggiunge: “Ora ci aspetta la sfida più importante, raggiungere i traguardi ambiziosi inseriti nel nuovo Piano Industriale 2022-2024: “Specializzazione, crescita e sostenibilità”, recentemente approvato dal Consiglio di Amministrazione della Banca, e riuscire così a posizionarci tra i primi player nel settore della cessione del quinto.”

L’Assemblea degli Azionisti recepisce inoltre che ViViBanca ha già ottenuto dalla Banca d’Italia, agli inizi di aprile, l’approvazione delle modifiche statutarie finalizzate all’allineamento alle nuove disposizioni di vigilanza in tema di governo societario e di requisiti degli esponenti aziendali.

L’Assemblea ha, infine, esaminato ed espresso voto favorevole alla relazione sulle politiche di remunerazione a favore dei componenti degli organi sociali e del personale per il 2021 ed all’aggiornamento della nuova versione della Remuneration Policy e delle politiche di incentivazione del 2022.