Crescita sostenibile, posizionamento distintivo, partnership industriali: Fire presenta il Piano Industriale 2020-2023

Previsto il raddoppio dei ricavi e forti investimenti su digitalizzazione, data science e ulteriore managerializzazione

Fire, 1° Gruppo indipendente in Italia nei servizi a supporto del credito, con oltre 27 anni di esperienza e 5 società operative specializzate lungo la filiera, ha varato il piano industriale 2020-2023, con l’obiettivo di posizionarsi come life-time credit manager nel segmento retail e small business, sia secured che unsecured.

Il piano prevede il raddoppio dei ricavi al termine del 2023, 17 milioni di investimenti di cui il 35% in digitalizzazione e data science, e l’inserimento di oltre 30 figure professionali in aree chiave.

“Ci siamo posti traguardi ambiziosi ma raggiungibili – ha dichiarato Alberto Vigorelli, Group ceo di Fire – l’obiettivo è traghettare Fire verso un posizionamento chiaro e distintivo, in un mercato in evoluzione che richiede visione e specializzazione. Vogliamo presidiare il mercato come gestore life-time del credito e rafforzare il nostro ruolo di partner industriale per banche, investitori e Pubblica Amministrazione, mantenendo la leadership nei settori storicamente presidiati, obiettivi che per un Gruppo strutturato e specializzato come Fire sono sostenibili. Il processo di progressiva managerializzazione, da tempo avviato, vedrà un’intensificazione già nelle prossime settimane e contribuirà ad abilitare le competenze verso i traguardi definiti”.

Strategia

La strategia, per raggiungere il posizionamento target di servicer ‘best-in-class’ per innovazione e performance sul segmento retail e small business, muove dall’evoluzione dell’offerta core nei settori in cui il Gruppo è già leader e dalla crescita in aree al momento poco presidiate.

In un settore in continuo consolidamento e trasformazione, tra evoluzioni normative e spinta fintech, Fire intende superare l’attuale approccio di mercato del servicing a breve termine per evolversi in consulente delle istituzioni finanziarie nella gestione del cliente finale, costituire partnership e agire da servicer-investitore.