Il Consiglio di Amministrazione di illimity Bank, riunitosi ieri sotto la presidenza di Rosalba Casiraghi, ha approvato il Piano Strategico del Gruppo illimity per il periodo 2021-25 (il “Piano”).

Il piano è basato su solidi risultati acquisiti, primo tra tutti la redditività già raggiunta sul capitale di circa l’8% al primo trimestre 2021 e attesa al 10% per il 2021, con un utile netto previsto tra 60 e 70 milioni di euro, a fronte di un profilo di rischio contenuto e una robusta patrimonializzazione.

I risultati raggiunti si basano su alcune scelte strategiche che si sono dimostrate corrette.

Illimity si è concentrata nel mondo del credito alle PMI e specificatamente in tre segmenti di particolare interesse:

credito performing alle imprese: un mercato da 700 miliardi di euro dove, in due anni di attività, illimity si è affermata come operatore di riferimento erogando finanziamenti alle imprese per circa 1 miliardo di euro e conquistando una posizione di rilievo anche nel comparto dell’Acquisition Finance;

crediti corporate unlikely to pay: un mercato in forte crescita in cui si aspettano transazioni per oltre 35 miliardi di euro tra il 2021 e il 2025 e in cui illimity si è già posizionata come uno dei principali operatori;

crediti corporate NPL: un mercato in cui si attendono transazioni per oltre 140 miliardi di euro tra il 2021 e il 2025 e in cui illimity si è affermata negli ultimi due anni tra i primi investitori privati.

Corrado Passera, CEO e fondatore di illimity, ha commentato: “ E’ un giorno particolarmente importante per illimity e i suoi oltre 650 illimiters. In poco più di due anni abbiamo costruito una banca innovativa al servizio delle imprese per coprire bisogni molto sentiti nel credito alla crescita, nel credito ai risanamenti aziendali, nel credito distressed.

Sempre con l’obiettivo di sviluppare potenziali ancora inespressi. I pilastri fondanti sono le nostre persone e le nostre tecnologie: su entrambe continueremo a investire con ottica di lungo periodo. La pandemia ci ha temporaneamente rallentato, ma da questo periodo – difficile per tutti – usciamo ulteriormente rafforzati. Oggi abbiamo presentato un Piano certamente ambizioso ma altrettanto concreto.

Ci impegniamo a portare utili importanti ai nostri azionisti, ma ci impegniamo anche ad essere molto utili al nostro Paese in questa fase di rilancio e di recupero di fiducia. Mi fa estremamente piacere accogliere tra i nostri azionisti di lungo periodo il Gruppo ION ed, in particolare, Andrea Pignataro con il quale condivido una visione di fortissima innovazione davanti a noi.

Dalla nostra partnership ci aspettiamo sinergie tecnologiche e commerciali molto significative che rafforzeranno ulteriormente il nostro Piano d’Impresa”.