21 Ottobre 2022

Terzo Trimestre in zona positiva per Marsh McLennan

Marsh McLennan ha registrato ricavi in crescita dell’8% nel terzo trimestre dell’anno, a 4,77 miliardi di dollari. Al risultato positivo hanno contribuito le società controllate di tutte le aree geografiche, con le operazioni al di fuori degli Stati Uniti e del Canada che hanno contribuito con un incremento dei ricavi dell’11%.

La società globale di servizi professionali ha registrato un utile netto di 546 milioni dollari nel terzo trimestre del 2022 (1,08 dollari per azione, rispetto a 1,05 dollari dello stesso periodo dell’anno scorso).

L’utile operativo è stato di 791 milioni di dollari, con un aumento del 7% rispetto a un anno fa. Il ramo dei servizi “risk and insurance” di Marsh ha registrato un aumento delle entrate del 6% a 2,8 miliardi di dollari, mentre il reddito operativo è aumentato del 32% a 529 milioni di dollari.

Le entrate di Guy Carpenter nel terzo trimestre sono state di 328 milioni di dollari, pari a un aumento del 7% su base annua. Nel periodo in osservazione, i ricavi da consulenza del Gruppo sono stati di 2 miliardi di dollari.

I ricavi di Mercer sono stati di 1,3 miliardi di dollari (+5%), mentre Oliver Wyman ha chiuso il nel terzo trimestre con ricavi in crescita del 13% a 667 milioni di dollari.

Dan Glaser, presidente e Ceo uscente di Marsh McLennan, ha salutato con “un altro ottimo trimestre” per il Gruppo. “I nostri servizi di consulenza e le soluzioni proposte sono sempre molto richieste e apprezzate dai nostri clienti che stanno navigando in un contesto macroeconomico e geopolitico incerto e alquanto volatile”, ha affermato in una nota.

Glaser dovrebbe andare in pensione alla fine dell’anno e sarà sostituito da John Doyle a partire dal 1 gennaio 2023.

(Visited 35 times, 1 visits today)
Argomenti:
Navigazione fra articoli