Lo scorso 24 settembre, nella quarta sessione del ciclo Innovation di Protection Lab, il think tank per la protection gestito da EMFgroup, è stata presentata una interessante ricerca sul tema “Microimprese e Assicurazioni. Cosa c’è da sapere per migliorare l’Offerta e la Consulenza al Cliente”.

Le microimprese rappresentano il 95% circa delle imprese italiane e oltre il 40% dei lavoratori del nostro Paese; sono pertanto un pilastro dell’economia nazionale e un target di riferimento importante per i player assicurativi.

La ricerca di EMFgroup, condotta tra metà febbraio e metà marzo 2020 su un panel di circa 1.200 microimprese (<10 dipendenti) distribuite su tutto il territorio  nazionale, ne ha analizzato i comportamenti assicurativi in tre ambiti chiave: la protezione dell’imprenditore, la tutela dei rischi aziendali e la protezione dei dipendenti.

In particolare emerge dalla ricerca che una microimpresa su due è del tutto priva di coperture assicurative (RC auto a parte). Anche le microimprese ove sono già presenti delle polizze presentano comunque ampi spazi per una ulteriore protezione assicurativa, in particolare al Sud e nelle imprese di dimensioni più piccole.

Le coperture maggiormente sottoscritte sono attualmente gli infortuni, l’invalidità permanente e la TCM per la protezione dell’imprenditore, quelle incluse nei pacchetti multi rischio (incendio e furto, RC e tutela legale) per la tutela delle imprese, e gli infortuni e l’invalidità permanente per i dipendenti, mentre risulta piuttosto bassa la conoscenza degli imprenditori rispetto a tipologie di prodotto meno diffuse.

Oltre la metà degli imprenditori che hanno sottoscritto almeno una polizza è incerto se aumentare la spesa assicurativa nel prossimo futuro, e necessiterebbe pertanto di una maggiore consulenza per identificare i propri bisogni e le migliori soluzioni di protezione.

La ricerca evidenzia chiaramente il ruolo chiave del consulente assicurativo in un mercato che è prevalentemente di “offerta”. La maggior parte degli imprenditori acquista coperture per la propria tutela e la protezione dei rischi aziendali su consiglio del proprio consulente, ma oltre la metà ritiene “senza infamia e senza lode” la consulenza ricevuta. Consegue per le Compagnie e gli Intermediari assicurativi l’opportunità di un ulteriore sforzo non solo in termini di sviluppo di nuovi prodotti e processi, ma soprattutto in termini di presenza sul mercato con un approccio proattivo, divulgativo e capace di comprendere le peculiari esigenze delle microimprese sia per la protezione delle persone che vi lavorano sia in termini di risk management aziendale, anche alla luce del profondo impatto del Covid-19 sul tessuto delle microimprese in Italia.

Guardando al futuro emerge l’interesse in particolare per coperture in ambito Rimborso Spese Mediche, RC (anche professionale), Tutela Legale, Business Interruption, Rischi Tecnologici, Recupero Crediti e Previdenza.

L’appuntamento è al prossimo Protection Lab, dove continueremo a parlare di innovazione nel mondo della protezione assicurativa.

Se si è interessati al report completo scrivere a: consulenza@emfgroup.it