a cura di Fiaip

Gian Battista Baccarini (FIAIP): “Bene l’approvazione dell’emendamento. Abbiamo lavorato trasversalmente con tutte le forze politiche per rendere ancora più dinamica e trasparente la collaborazione sinergica tra il settore dell’intermediazione immobiliare e quella del credito a beneficio del mercato e della collettività”

E’ stato approvato in aula alla Camera dei Deputati, volto ad Eliminare l’Incompatibilità tra l’Attività di Mediazione Immobiliare e quella di Mediazione Creditizia nel rispetto dei rispettivi percorsi professionali e dei requisiti necessari per l’accesso alla professione, in piena coerenza con la moderna visione Europea e di Fiaip dell’Agenzia Immobiliare Multidisciplinare.

Il provvedimento rende di fatto nuovamente compatibile, in maniera chiara e inequivocabile, l’attività di agente immobiliare con quella di collaboratore delle società di mediazione creditizia rimanendo, entrambe le attività, assoggettate alle relative discipline di settore e ai relativi controlli.

Ringraziamo il Governo, nelle persone del Viceministro del Mise Pichetto Fratin e il Sottosegretario al MEF Sartore, oltre ai relatori del provvedimento sia al Senato, Sen Ripamonti e Sen Collina, sia alla Camera, On Saltamartini e On Benamati, unitamente ai 24 parlamentari di FI, LEGA, PD, FDI, e ITALIA VIVA, – dichiara Gian Battista Baccarini, presidente Nazionale Fiaip  che hanno sottoscritto e sostenuto l’emendamento proposto dalla nostra Federazione dimostrando concretamente di aver condiviso, nel merito, l’utilità della proposta esclusivamente orientata ad agevolare l’accesso alla casa e al finanziamento quasi sempre correlato al suo acquisto, all’insegna della massima trasparenza e legalità, a beneficio del mercato e a salvaguardia dell’interesse dei cittadini”.