a cura di Fin Sarda

Fin Sarda, storica società di intermediazione creditizia attiva sul mercato del credito al consumo dal 1967, annuncia i piani per il triennio 2022- 2024 e presenta il nuovo direttore commerciale, Alessandro Cusimano, manager di consolidata esperienza nel settore del credito retail.

Così Alessandro Cusimano all’alba dell’insediamento alla guida commerciale dell’Istituto: “L’incontro con Massimiliano De’ Salazar è stato per me illuminante da subito. Sono entusiasta di aver riscontrato una totale condivisione in merito alla vision aziendale associata a una forte sintonia sulle strategie di rete, che intendiamo improntare su un’attenta, e prioritaria, ricerca della qualità. L’unione delle nostre esperienze mira a definire lo sviluppo dei prossimi anni attraverso un business model che coniughi efficienza e innovazione, obiettivo quest’ultimo da realizzare con l’ausilio, cruciale, di una rete specializzata, distribuita su tutto il territorio nazionale e che costituirà il nostro principale punto di forza. Per questo, promettiamo di dotare la nostra rete di tutti i corredi necessari per confermare e conquistare il proprio spazio sul mercato. Mi preme infine ringraziare il presidente, Tonio Canalis, e l’intero management team per la fantastica accoglienza, la professionalità e l’elevato grado di interazione, fondamentali ingredienti per il successo di un’azienda ambiziosa e moderna.”

Il progetto prevede la selezione di una rete altamente profilata che avrà l’opportunità, unica nel mondo delle società ex art. 106 TUB, di distribuire ben due prodotti di diretta erogazione.

Oltre alla storica attività di erogazione di prestiti personali, rimodellata con un processo praticamente unico nel comparto, a partire da Gennaio 2022 sarà avviata l’erogazione del prodotto cessione del quinto.

Fin Sarda, forte del recente perfezionamento di uno storico e lungimirante aumento di capitale, portato a 8 milioni di euro, gode di uno strutturato piano di investimenti in strumenti tecnologici voluto dall’amministratore delegato, Massimiliano De’ Salazar, che vede oggi la società dotata dei più moderni dispositivi, tra i quali spiccano la già rodata procedura di riconoscimento a distanza della clientela, “UpFin”, e una innovativa piattaforma operativa.

Alla base del progetto distributivo spicca un alto livello del servizio operativo offerto, con un back office dedicato, attivo presso i nuovi uffici romani, che si propone come uno dei più strutturati ed efficienti del mercato.

L’ispirazione interamente “nativa digitale” del progetto è principalmente volta al posizionamento nelle prime posizioni dei ranking delle aziende del settore, con l’ambizione di costruire un modello originale e di alto profilo, contando sulle proposte e gli input dei partner.