Con D.D.G. n. 6203 del 30/12/2022 la Regione Siciliana ha approvato l’Avviso pubblico “Aiuto temporaneo eccezionale per il caro energia alle imprese agricole e alle imprese di trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli”.

L’aumento dei costi di produzione – spiega Bartolo Mililli, Ad. Confeserfididovuto soprattutto ad un aumento del costo dell’energia a seguito del conflitto in Ucraina, ha causato una crisi anche nel comparto agricolo che, ancora una volta, si trova a dover lavorare in una condizione di reddito negativo a causa dei rincari”.

Al fine di fornire un supporto economico immediato – continua Dario Sirugo, responsabile della divisione Consulenze e BPO di Confeserfidi, la Regione Siciliana ha pubblicato due Avvisi, di cui il primo con scadenza il 15/02/2023 rivolto alle imprese agricole e alle imprese di trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli stanziando un contributo di 70 milioni a fondo perduto che sarà concesso a tali imprese in funzione del fabbisogno di liquidità determinato dalla crisi energetica; tale contributo a fondo perduto potrà arrivare fino ad un massimo di euro 20 mila per aziende di produzione primaria e fino a 100 mila euro per le imprese di trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli”.

Si tratta del primo di una serie di bandi aventi come finalità il supporto alle aziende in crisi di liquidità – continua Dario Sirugo – per i quali ConfeserFidi fornirà tutto il supporto necessario alla presentazione e gestione delle domande per ottenere il contributo.

Per maggiori informazioni potete telefonare allo 0932.834400 (dalle 09.00 alle 13.00 – dalle 15.00 alle 17.00) oppure inviare una e-mail su contatti@confeserfidi.it