Completata l’operazione di cartolarizzazione di prestiti a PMI garantiti dal Fondo Centrale di Garanzia lanciata, tra le prime in Italia per questa asset class, da Banca Valsabbina e originati tramite il Gruppo NSA con arranger Phinance Partners.

L’operazione che ha visto, nello scorso mese di marzo, la cessione al veicolo Valsabbina SME Platform di un portafoglio di circa 45 milioni di euro di prestiti è stata ora prolungata ed incrementata fino a 170 milioni di euro che verranno ceduti al veicolo di cartolarizzazione fino a marzo 2022.

Tra le diverse operazioni di cartolarizzazione di prestiti garantiti a PMI recentemente apparse sul mercato, Valsabbina SME Platform si presenta con caratteristiche uniche: (i) è finanziata da tre tranche di titoli, senior, mezzanine e junior, (ii) è basata sullo standard europeo STS (Simple, Transparent and Standardized) che consente ponderazioni più favorevoli per i sottoscrittori bancari ed assicurativi, e (iii) è quotata sul mercato ExtraMOT Pro.

Nell’operazione, il Gruppo NSA, primo mediatore creditizio italiano con oltre 2 miliardi di euro di erogazioni annue, individua le PMI, gestisce la raccolta della documentazione, e cura il processo di ottenimento della garanzia. Banca Valsabbina valuta ed eroga i prestiti, che vengono poi ceduti alla società di cartolarizzazione.

L’operazione, originariamente sottoscritta da Banca Intesa per la tranche senior, da Banca Valsabbina e Banca Finint per la tranche mezzanine, e da alcuni investitori istituzionali – oltre che da NSA e Phinance – per la tranche junior, ha visto Banca Valsabbina assumere anche il ruolo di sponsor e Master Servicer.

Nel rifinanziamento a Banca Intesa si è affiancato anche Banco Santander, mentre Banca IFIS si aggiunge ai sottoscrittori della tranche mezzanine a decorrere dalla cessione di giugno 2021.

Il transaction legal counsel è stato Corrado Fiscale, Partner dello Studio Legale Hogan Lovells, mentre Centrotrenta Servicing ha agito da Corporate Servicer.

Anche questa nuova operazione, per le caratteristiche innovative (STS, quotazione dei titoli) e per l’elevato livello istituzionale dei propri investitori, conferma il ruolo di primo piano di Phinance Partners quale arranger delle più sofisticate ed innovative cartolarizzazioni realizzate sul mercato italiano.