E’ partito da Roma il Digital Tour di 24MAX, società di mediazione creditizia del Gruppo RE/MAX.

In programma 13 appuntamenti live dedicati ad altrettante città, durante i quali Riccardo Bernardi, chief development officer di 24MAX, si confronterà con credit specialist e broker per analizzare gli scenari locali e scoprire i trend dell’investimento immobiliare in Italia.

L’idea di questo viaggio virtuale è nata dalla consapevolezza che il nostro settore è spesso ricco di dati e analisi, firmate tuttavia da società che non operano in prima persona nel mondo immobiliare”, spiega Bernardi. “L’obiettivo di questo ciclo di incontri è dare la parola a chi è attivo quotidianamente nel settore della compravendita immobiliare e della mediazione creditizia, scoprendo storie ed esperienze che aiuteranno a conoscere più a fondo il sentiment del mercato”.

Secondo Bernardi, la bontà delle procedure e il severo rispetto delle normative in ambito sanitario contribuiscono a decretare la costante crescita di 24MAX. Prosegue dunque il trend di risultati da record già evidenziati al termine del primo semestre del 2020.

Nel corso del terzo trimestre, infatti, sono state 485 le pratiche caricate in tutta Italia dai mediatori di 24MAX, di cui 189 durante il solo mese di settembre.

Un andamento che va ben oltre le aspettative, in quanto storicamente settembre risulta essere un mese di lenta ripresa delle attività dopo il periodo di vacanze”, commenta Bernardi.

uComplessivamente nei primi tre trimestri le pratiche caricate superano quota 1.100 (di cui oltre 500 già erogate), per un valore pari a 130 Milioni di euro. Un risultato che porta 24MAX a conseguire e superare già il budget previsto per il 2020. “Nonostante le difficoltà di questo anno così particolare, in soli 9 mesi abbiamo raddoppiato i risultati messi a segno nel 2019 e puntiamo a raggiungere le 2.000 pratiche raccolte ed erogate entro fine dicembre”, aggiunge Bernardi. A questa crescita esponenziale si affianca uno sviluppo altrettanto significativo della rete di 24MAX: ad oggi sono 70 i mediatori creditizi operativi in altrettante agenzie RE/MAX, a cui presto si uniranno altri 15 già in fase di contrattualizzazione. Anche in questo caso, già raggiunto il target di 70 collaboratori fissato per il 2020, sulla base di un piano industriale quinquennale che punta a creare un team di 250 mediatori entro il 2023.

L’effervescenza che registriamo in ambito di mediazione creditizia sicuramente deriva dai tassi dei mutui che si attestano ai minimi storici e che favoriscono la volontà di acquistare casa piuttosto che affittarla”, afferma Bernardi. Il servizio che offriamo, in collaborazione sinergica con gli agenti immobiliari RE/MAX, risulta particolarmente vantaggioso per i clienti che trovano nelle nostre agenzie tutto ciò che cercano: ampio ventaglio di proposte immobiliari, consulenza qualificata in ambito creditizio e tutte le garanzie di sicurezza sanitaria”.