Nasce Superimpresa, il portale dedicato alle piccole e medie imprese e alle start-up italiane che consente di trovare, in pochi semplici click, il finanziamento più adatto alle loro esigenze.

Collegandosi al sito www.superimpresa.it è infatti possibile esplorare il panorama dei prestiti offerti dal sistema creditizio italiano confrontando migliaia di prodotti e individuando, con il supporto di un consulente dedicato, il finanziamento più in linea con le proprie esigenze.

Diversi gli ambiti finanziabili coperti dal servizio:

  • Consulenza sull’ottenimento del Superbonus 110% e dei prestiti ponte collegati;
  • Copertura dal rischio di cambio;
  • Finanziamenti chirografari dedicati alle start-up per sostenere investimenti in fase di avvio delle attività;
  • Anticipi sulle fatture:
  • Finanziamenti liquidità o per investimenti.

Una volta collegati al sito di Superimpresa, è necessario compilare un form inserendo alcuni dati salienti come la Partita Iva, il fatturato aziendale, l’importo del finanziamento richiesto e i dati di contatto. Entro due giorni, un consulente prende contatto con l’azienda proponendo le possibili soluzioni individuate rispetto alla tipologia e all’importo del prestito richiesto.

Un servizio tailor made che, mettendo a confronto molteplici prodotti offerti dalle più importanti società creditizie italiane, consente di individuare la strategia di finanziamento più adatta a ogni singola esigenza in maniera trasparente e del tutto indipendente, nel pieno interesse del cliente.

Superimpresa è in grado di offrire una consulenza specifica sui Bonus edilizi, Superbonus, Sismabonus e Bonus ordinari e di assistere le imprese in tutto il processo di gestione dei cantieri: dal reperimento dei tecnici, alla gestione della pratica di cessione del credito, fino all’ottenimento del prestito ponte collegato.

Superimpresa.it nasce dall’esperienza pluriennale di Telemutuo, società attiva da oltre venti anni nell’intermediazione creditizia immobiliare e parte di FCgroup Holding, uno dei maggiori attori italiani del mondo dell’intermediazione finanziaria attraverso la società WeUnit Group che può contare sulla professionalità di oltre 400 Consulenti del Credito presenti su tutto il territorio nazionale.

«Mai come oggi è importante per una piccola e media impresa trovare le giuste fonti di finanziamento per il sostegno della normale attività o per lo sviluppo del proprio business», ha spiegato Angelo Spiezia, amministratore delegato di Telemutuo.

«Le misure messe in campo dalle istituzioni per supportare il sistema produttivo italiano durante la pandemia hanno consentito di erogare più di 200 miliardi di crediti assistiti dalla garanzia dello Stato a cui si aggiungono altri 300 miliardi di euro di moratorie sulle rate di finanziamento.

Quando termineranno queste misure straordinarie, le nostre imprese si troveranno di fronte alla necessità di rivolgersi al sistema creditizio tradizionale per finanziare l’attività gestionale e sostenere la crescita. In quest’ottica, Superimpresa costituisce un alleato importante per il mondo delle Pmi offrendo la possibilità di scandagliare tutto il mercato creditizio italiano alla ricerca del prodotto più adatto a ogni singola esigenza mostrata da una impresa in modo trasparente e nel pieno interesse del cliente finale».

«Secondo l’ultima survey sull’accesso al credito da parte delle Pmi realizzata dalla Commissione europea, l’83% delle imprese italiane fonda la propria crescita sul finanziamento bancario, ma il 39% ritiene ancora che esistano degli ostacoli oggettivi alla possibilità di ottenere un finanziamento a sostegno delle proprie attività», ha sottolineato Maurizio Fumarola, responsabile di Superimpresa. «Per questo, è importante affiancare le aziende nel processo di miglioramento della loro liquidità offrendo loro tutte le informazioni necessarie per presentare una richiesta di fondi e assistendole in tutto il processo gestionale, fino all’erogazione del finanziamento. Si tratta di un elemento strategico per la crescita del sistema imprenditoriale italiano e per lo sviluppo dell’intero Paese».