Comunicazione di Munich Re

Lo scoppio del coranavirus ha già creato un serio impatto sulla economia globale e locale. Questo è un invito a tutti i risk managers, a non sotto stimare le conseguenze dell’epidemia. In molti casi, nel passato, le conseguenze finanziarie sono rimaste a carico delle imprese, creando significative perdite o addirittura portandole al fallimento.

Munich Re è impegnata a rendere le aziende e le economie più resistenti contro il rischio di epidemie. Investe risorse significative per sviluppare un nuovo segmento di coperture. L’evidenza suggerisce che lo scoppio di epidemie sta avvenendo con maggiore frequenza e Munich Re si è preparata per fronteggiare questa sfida.

Già da qualche tempo ha creato un Global Team, denominato “Epidemics Risks Solutions” con profonda esperienza in epidemologia, statistica, risk modelling, finance e gestione sinistri per fornire assistenza alle istituzioni pubbliche e al settore privato.

Il team di Munich RE ha individuato un significativo Gap di Coperture Assicurative che ad oggi gli assicuratori tradizionali non sono in grado di proporre. Le coperture tradizionali di “Business Interruption” richiedono un danno fisico e generalmente escludono malattie contagiose, solo poche prevedono questa copertura anche se con molte restrizioni.

Munich Re, anche con la collaborazione con la società americana Metabiota, specializzata nel monitorare e analizzare le epidemie nel mondo e i Risk analytics, ha creato una gamma di soluzioni innovative e tailor made di trasferimento del rischio.

Il quadro della attuale dell’epidemia corona virus e il suo impatto sui portafogli assicurativi e quindi sulla esposizione degli assicuratori sono ancora poco chiari, ma al momento Munich Re non si aspetta un impatto significativo sul suo business.