Confindustria Catania impegnata,– come ha detto il presidente Draghi – “a riaccendere la luce”, dando una “spinta finanziaria” alla ripartenza “green” delle proprie imprese ha presentato l’accordo con il confidi Fidimed.

L’obiettivo è di mettere a disposizione degli associati “Easy Plus”, un finanziamento diretto gestito con Banca Progetto, tramite erogazione di mutuo chirografario fino a 72 mesi garantito dal Fondo Centrale Garanzia gestito da Mediocredito Centrale.

Inoltre, come ha spiegato l’AD di Fidimed, Fabio Montesano, le imprese associate a Confindustria Catania potranno ottenere credito facilmente, in tempi rapidi e a condizioni vantaggiose anche attraverso l’ampio pacchetto di prodotti finanziari messi a punto da Fidimed e che godono delle garanzie consortili e del Fondo Centrale di Garanzia di Mediocredito Centrale.

“Il ruolo dei confidi è determinante. E non solo in termini di risorse finanziarie, ma anche di competenze e know-how – ha dichiarato Antonello Biriaco, presidente di Confindustria Catania  . Attraverso l’accordo con Fidimed offriamo ai nostri associati la possibilità di ottenere servizi di livello evoluto e consulenze ad hoc finalizzate ad una migliore gestione aziendale. La mancanza di liquidità dovuta anche all’emergenza sanitaria ha tolto ossigeno alle nostre imprese e oggi come non mai abbiamo bisogno di soluzioni veloci ed efficaci per garantire il rilancio del sistema produttivo”.

Riguardo al prodotto “Superbonus 110%”, il vicepresidente di Confindustria Catania e tesoriere di Ance Catania, Gaetano Vecchio, ha commentato: “Cessione del credito e tempi rapidi di risposta, lo rendono uno strumento di grande potenzialità per la ripresa del settore edile. L’Accordo Fidimed è l’ulteriore tassello che può contribuire a garantire alle imprese edili associate il supporto necessario”.