Il Consiglio di Amministrazione di Banca Sistema, ha approvato il progetto di bilancio d’esercizio della Banca e il bilancio consolidato del Gruppo Banca Sistema al 31 dicembre 2019, confermando i risultati già approvati dal Consiglio. La Capogruppo ha chiuso l’esercizio 2019 con un utile netto di euro 29,96 milioni (contro euro 28,08 milioni.del 2018).  A livello consolidato l’esercizio si è chiuso con un utile pari a euro 29,72 milioni.

Il Consiglio di Amministrazione ha deliberato di proporre all’Assemblea ordinaria degli Azionisti, che si riunirà in data 23 aprile 2020, la distribuzione di un dividendo di euro 7.479.157,84, pari a euro 0,093 per ciascuna azione ordinaria. Il pagamento del dividendo, se approvato dall’Assemblea, avverrà il 6 maggio 2020, con stacco cedola il 4 maggio 2020 (cedola n. 8) e record date il 5 maggio 2020.

Evoluzione prevedibile della gestione ed eventuali rischi ed incertezze

Il 2019 si è concluso confermando un trend di crescita nei volumi del factoring e cessione del quinto. A fine anno il Gruppo ha sottoscritto un accordo vincolante per l’acquisto del ramo d’azienda credito su pegno del Gruppo Intesa Sanpaolo, perseguendo l’obiettivo di diversificazione e crescita in questo business rafforzando la propria posizione di mercato.

Nel 2020 il Gruppo continuerà a valutare opzioni di crescita anche non organica nelle sue aree di core business.

È inoltre previsto che nel corso dell’anno siano avviate le attività finalizzate alla redazione del nuovo piano industriale del Gruppo.

Nell’ambito dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, l’effetto del persistere dell’allerta, che avrà impatti negativi nel comparto economico del Paese e un prevedibile incremento della spesa pubblica in particolare nel settore sanitario, al momento non si attende possa avere ripercussioni significative sulle attività del Gruppo nel breve periodo, che per loro natura sono anticicliche; tuttavia la situazione sarà continuamente monitorata, in quanto è probabile attendersi effetti indiretti legati a una diminuzione della produzione delle società cedenti con cui lavora il Gruppo.