PLTV riporta articolo da MF

Dall’avvio, 15 mesi fa, Avvera, la societa’ del credito al consumo del Credem, ha raggiunto di 1 miliardi finanziamenti e, nonostante le incertezze legate alla pandemia, per il 2021, in un periodo piu’ breve di 12 mesi, conta di replicare il target del miliardo, per poi salire a 1,2 miliardi nel 2022 e 1,4 miliardi nel 2023.

Uno sviluppo da realizzare grazie anche alle nuove iniziative: dall’avvio dell’erogazione dei prestiti finalizzati, che saranno operativi dal prossimo gennaio, alla spinta sull’innovazione tecnologica cavalcando la nuova direttiva europea sui servizi di pagamenti Psd2.

“La societa’ punta a un forte sviluppo sulla componente prestiti personali e finalizzati con un focus particolare sul mercato automotive, servizi, casa e salute attraverso la creazione”, dice Lorenzo Montanari, amministratore delegato di Avvera (nella foto). Al momento la societa’ del Credito Emiliano ha gia’ due reti distributive, oltre all’accesso agli sportelli Credem e alle partnership con la Banca del Piemonte e con la Cassa di Risparmio di Cento.

Una rete di 220 persone e’ specializzata nei mutui e altri 200 agenti si focalizzano su cessione del quinti e prestiti personali, “cui si aggiungera’ una terza rete per distribuire prestiti personali e finalizzati”, dice Montanari aggiungendo che i tre network sono separati, per tenere conto della diversa specializzazione, ma lavorano in sinergia.

Oggi i professionisti di Avvera sono 458 con l’obiettivo di arrivare a 500 nel primo semestre 2021