Il Consiglio Direttivo di ASSOPROFESSIONAL riunitosi nella giornata odierna, ha espresso vivo apprezzamento per l’approvazione dell’emendamento in Commissione Politiche Europee del Senato che sancisce in maniera chiara ed inequivocabile l’incompatibilità tra la figura di agente immobiliare e mediatore creditizio. 

È indubbio che questo emendamento, una volta approvato in modo definitivo, eviterà un conflitto d’interessi che era palese a tutti coloro che hanno come principio fondante il corretto funzionamento del mercato del credito ed i rapporti con i consumatori. 

Nel corso del Consiglio, il Presidente Onorario, Luigi Iannaccone, ha ribadito la necessità di un maggior interscambio con le altre associazioni di categoria; infatti negli ultimi tempi si è creato un clima di collaborazione costruttiva che dovrà avere come finalità, in collaborazione con le forze politiche, la rivisitazione della normativa di settore. 

Infine ASSOPROFESSIONAL ritiene che le problematiche che “attanagliano” il settore dell’intermediazione del credito, per essere risolte, hanno bisogno di avere una base normativa chiara ed efficace non soggetta a forzature od equivoche interpretazioni