Con sentenza pubblicata ieri 2 febbraio il Consiglio di Stato ha respinto il ricorso proposto dall’AGCM nei confronti della pronuncia del TAR Lazio che, nel novembre 2020, aveva accolto le argomentazioni di Assofin riconoscendone la totale estraneità ad un presunto comportamento anticoncorrenziale nel mercato dei finanziamenti auto ed annullato il provvedimento assunto dall’Antitrust nei suoi confronti.

Con la sentenza del Consiglio di Stato si chiude definitivamente una vicenda durata quasi cinque anni, nella quale Assofin è rimasta coinvolta a seguito di un’autodenuncia di Mercedes Benz Financial Services che ha generato un’istruttoria incentrata su uno scambio di informazioni ritenute sensibili tra le c.d. “captive auto”.

Considerato il dispositivo della sentenza, si confida che anche le Associate coinvolte nel procedimento riceveranno sentenze ugualmente favorevoli.

Nel procedimento davanti al Consiglio di Stato l’Associazione è stata assistita da un collegio legale composto dal Prof. Eugenio Bruti Liberati e dalla Prof.ssa Luisa Torchia; le analisi economiche che hanno supportato le argomentazioni legali sono state effettuato dal Prof. Carlo Scarpa.