15 Maggio 2024

Prexta, Ottimo inizio 2024: via alla Partnership con Club Medici

Salvatore Ronzino e Vincenzo Pezzuti

È stato un inizio d’anno ottimo, i risultati sono stati eccellenti – dice a PLTV Salvatore Ronzino, amministratore delegato di Prexta –. Nel corso del 2023 il mercato del credito al consumo ha avuto un andamento non proprio eccezionale ma l’inizio del 2024 ha mostrato alcuni segnali di ripresa; in particolare per i prodotti in cui principalmente operiamo, prestiti personali e cessione del quinto, c’è stato un andamento diverso: i prestiti personali hanno registrato una crescita interessante rispetto all’anno precedente, mentre la CQ ha subito una battuta d’arresto“.

In tale contesto – continua – nel primo trimestre 2024 Prexta è cresciuta di oltre il 20%, un risultato eccellente sia per la CQ che per i prestiti personali: un dato in controtendenza rispetto al mercato dovuto a una serie di fattori, primo fra tutti sicuramente il grande investimento che la società ha fatto negli ultimi 3 anni per diversificare il proprio business, entrando nel mondo dei prestiti personali. L’altro fattore chiave è l’espansione della rete distributiva, acquisendo importanti reti agenziali soprattutto l’anno scorso: questo ha contribuito in maniera importante alla crescita dimensionale“. Elementi già emersi, d’altronde, nella relazione di bilancio sull’esercizio 2023.

Occasione dell’intervista in studio con Giuseppe Gaetano, la partnership che la finanziaria del Gruppo Mediolanum ha appena stretto con Club Medici: “Importantissima e perfettamente in linea con quello che è il nostro sviluppo strategico – afferma Ronzino -, cioè creare una rete di Agenti in attività finanziaria monomandatari, che siano anche imprenditori in grado di accettare le sfide del business e del proprio mercato di riferimento. E’ la nostra caratteristica più importante: noi operiamo sul mercato attraverso un’unica rete, che è quella degli Agenti e che dà maggiori soddisfazioni a noi e ai nostri partner“.
E Club Medici, oltre ad essere una realtà molto importante per la categoria servita, “condivide con noi alcuni aspetti essenziali, che riguardano anche la reputazione” e “la capacità di curare i propri clienti: Club Medici ha acquisito negli anni tantissimi clienti che ha saputo mantenere e con cui ha stabilito un rapporto di fedeltà, basato evidentemente sull’importanza e il ruolo centrale che il cliente deve avere nell’attività di ogni giorno. Valori e modelli comuni a quelli di Prexta e del Gruppo a cui appartiene“, sfociati in questo nuovo accordo commerciale.

Questo posizionamento è stato raggiunto con una lunga marcia – interviene in video collegamento il presidente di Club Medici, Vincenzo Pezzuti -, 14 anni di lavoro e di crescita con un grande player come è stato Agos, che all’epoca ha avuto un’intuizione giusta, quella di crearci un’area di confort. Abbiamo ottenuto risonanza anche in altri settori: turismo, assicurazioni, formazione, cultura. La scelta di abbandonare Agos è stata certamente sofferta però ci ha affascinato il valore delle proposte di Prexta, non solo nella parte commerciale e nella forza del brand ma per l’innovazione: ci sta mettendo in condizione di aprirci ad altre professioni sanitarie, elemento che si sposa bene con la penetrazione commerciale all’interno delle cliniche. Abbiamo un organico di circa 90 persone, ci teniamo che cresca“.
Cosa si aspetta in futuro con Prexta? “Innanzitutto che i medici non subiscano traumi nel passaggio a questa nuova esperienza” ma “sappiamo che ha un gruppo dirigente agile, che quindi non ci farà soffrire di burocrazia: è molto importante poter dialogare con la massima direzione e i quadri intermedi. Infine, in Prexta abbiamo trovato una tecnologia che non conoscevamo: in questi giorni, infatti, abbiamo avviato un primo mese di formazione per acquisire la conoscenza di questa tecnologia che può velocizzare i processi“.

Quando c’è la chimica si vede sin da subito e questo mi sembra uno di quei casi – aggiunge Ronzino –, sarà un’iniziativa di grande soddisfazione per tutti, perché le persone coinvolte si stimano e lavorano insieme per un unico obiettivo“.
L’ultima battuta, sulle eventuali altre iniziative in programma nei prossimi mesi: “Continueremo nel nostro percorso di grande sviluppo sia dal punto di vista della Rete che degli strumenti tecnologici, assolutamente fondamentali ormai nel nostro mercato – conclude l’AD di Prexta -. Nessuno può dire esattamente come andrà però, al di là del quadro macroeconomico, i fondamentali rimangono sempre interessanti: la penetrazione del credito al consumo in Italia è ancora al di sotto rispetto ad alcuni vicini europei, quindi da questo punto di vista c’è spazio. Inoltre recenti ricerche ribadiscono che l’interesse dei consumatori rispetto al prestito, per finanziare progetti e desideri, resta importante e questo ci lascia ben sperare nel lungo periodo“.

Cessione del Quinto, Strategie Phygital di Crescita: il Case History dell’Agenzia Tifinanzia (Prexta)

(Visited 495 times, 495 visits today)
Navigazione fra articoli