9 Giugno 2023

Luca Carrara (Prestitalia): “Nuovo Modello Distributivo di Segnalazione Esteso alla CQP”

Prestitalia ha “chiuso un 2022 da record, con finanziamenti erogati per oltre 1 miliardo di euro di montanti lordi (+20% su anno precedente, ndr) e uno stock finanziamenti di oltre 2,4 miliardi di euro. L’obiettivo per l’anno in corso è crescere ulteriormente sia in termini di operatività che per quanto riguarda la rete agenti. Le prime evidenze del 2023 confermano la buona partenza, con un incremento dei volumi finanziati nel primo trimestre del 37% rispetto allo stesso periodo del 2022“.

Così il direttore commerciale di Prestitalia, Luca Carrara, intervistato dal caporedattore di PLTV Giuseppe Gaetano a margine del Leadership Forum Summer 2023 di EMFgroup. Decisive, per raggiungere tali risultati, le scelte operate dalla finanziaria di Intesa Sanpaolo sul proprio modello distributivo. La distribuzione dei prodotti è basata, infatti, su 3 pilastri. Il primo, e più storico, è rappresentato dalla rete di oltre 20 agenti strutturati con circa 300 collaboratori: “Molti di questi lavorano con Prestitalia dalla sua nascita – dice Carrara -, per cui a giugno di quest’anno sono 25 anni di collaborazione. Credo sia una bella dimostrazione di come gli agenti possano lavorare per molti anni con la medesima mandante. Ovviamente servono stabilità, sicurezza, esperienza nel prodotto e nella gestione delle reti, prodotti e processi competitivi e un corretto equilibrio tra gli interessi della società e quelli della rete“.

Il secondo canale è costituito invece dagli agenti diretti persona fisica, detti anche “leggeri” per la struttura operativa estremamente agile: “Oggi abbiamo oltre 250 agenti che hanno come obiettivo primario quello di gestire in modo professionale e con elevati livello di servizio i clienti che le filiali quotidianamente ci segnalano per i prodotti erogati da Prestitalia. Inoltre, da inizio 2023, rappresentano anche un importante canale per l’offerta fuori sede di alcuni prodotti transazionali come conti correnti, carte di pagamento, MyKey, servizi di acquiring POS. Un’opportunità in più per i nostri clienti che potranno soddisfare diverse esigenze rivolgendosi ad un’unica figura professionale“.

Infine ci sono tutte le filiali del gruppo Intesa Sanpaolo, “che hanno il ruolo strategico di individuare i bisogni della clientela e segnalare l’interesse agli agenti diretti“. Quindi, “la crescita dei volumi è certamente sostenuta dall’evoluzione del nostro modello distributivo, tanto che il modello di segnalazione da parte delle filiali agli agenti diretti Prestitalia – fino a fine aprile riservato con ottimi risultati ai prodotti di cessione del quinto dello stipendio e anticipo TFS – a partire dal mese di maggio è stato esteso anche alla cessione del quinto della pensione“.

Il nuovo modello distributivo consentirà di rafforzare la sinergia tra le filiali Intesa Sanpaolo e gli agenti diretti Prestitalia, riducendo le attività amministrative in carico alla filiale e incrementando i volumi di vendita del prodotto di cessione del quinto della pensione. I primi feedback sono positivi: “La partenza è stata veramente molto buona – continua Carrara -, sia dal punto di vista tecnico operativo, e ringrazio molto i colleghi dei sistemi informativi per il grande lavoro fatto in pochi mesi per adeguare gli ambienti informatici, sia dal punto di vista dei numeri di pratiche generate dalle segnalazioni delle filiali. Anzi, siamo partiti talmente bene che abbiamo accelerato in modo importante la campagna di reclutamento e di inserimento di nuovi agenti diretti in modo da servire al meglio tutti i clienti delle filiali Intesa Sanpaolo“.

Non finisce qui: complice anche la spinta impressa dalla pandemia, “nel piano 2023 di Prestitalia, la digitalizzazione dei processi di vendita ha un ruolo importante grazie all’introduzione del riconoscimento tramite SPID e della firma digitale. Ciò consentirà agli agenti di ridurre in maniera significativa i tempi di lavorazione delle pratiche, per potersi dedicare alla relazione con i clienti. La clientela, sempre più esigente e digitalizzata, potrà quindi contare su una consulenza dedicata di figure altamente specializzate che mettono a disposizione la propria esperienza per soddisfare esigenze finanziarie sempre più differenziate. Il nostro obiettivo – conclude Carrara – è continuare a crescere in termini di volumi finanziati, qualità dei servizi e attenzione al cliente. Vogliamo porci come interlocutore privilegiato per i nostri clienti, offrendo loro consulenza qualificata e servizi digitali sempre più innovativi“.

Anticipo TFS, Mercato da 7 Miliardi l’anno. Tassi, Riforma Pensioni, “paradosso” INPS: il Punto con Prestitalia e BNL

(Visited 1.011 times, 2 visits today)
Navigazione fra articoli