Sono pervenute ad IVASS alcune richieste da parte di associazioni di categoria degli intermediari assicurativi di ridurre le ore di aggiornamento professionale obbligatorio per gli intermediari per l’anno 2020 ovvero di prorogare la scadenza (31 dicembre 2020) per completarle.

Le richieste sono motivate dalle complessità organizzative conseguenti al periodo di lockdown e, più in generale, all’emergenza sanitaria legata al COVID-19.

Tenuto conto dell’importanza che l’aggiornamento professionale ha per la tutela del consumatore, l’IVASS ritiene che una proroga del termine per adempiere gli obblighi previsti dalla normativa vigente possa essere una soluzione più adeguata a contemperare i vari interessi coinvolti.

Pertanto, in via eccezionale, l’aggiornamento professionale relativo al 2020 potrà essere completato entro il 31 marzo 2021.