Focalizzato al 100% sulla tecnologia e sul cliente, il modello di credito di Younited ha dimostrato il suo valore. Tenendo conto del nuovo round azionario, Younited ha finora raccolto un totale complessivo di $400 milioni dai suoi azionisti.

Oggi la FinTech, membro di #Next40, è presente in 5 Paesi, che rappresentano un mercato di oltre 265 milioni di consumatori europei, e ha finanziato oltre €2,6 miliardi in prestiti dal suo lancio nel 2012.

Con questo nuovo round di finanziamento, Younited rafforza l’ambizione di continuare a semplificare quella che altrimenti rimarrebbe un’esperienza di credito e pagamento estremamente complicata.

La piattaforma SaaS, interamente cloud, di Younited consente il pieno utilizzo dei dati di open banking, resi accessibili grazie alla direttiva europea EU PSD 2.

“Questo nuovo, significativo equity round ci consentirà di investire considerevolmente su una tecnologia più dirompente e un prodotto basato sui dati, a beneficio dei nostri clienti e partner, accelerando contemporaneamente sull’innovazione. In particolare, siamo lieti di dare il benvenuto a Goldman Sachs e Bridgepoint, due rinomati azionisti che, grazie alla loro profonda esperienza finanziaria e tecnologica, e insieme ai nostri azionisti storici, ci aiuteranno a far diventare Younited un leader tecnologico su scala globale nel settore dei pagamenti e dei prestiti,” ha affermato Charles Egly, co-fondatore e CEO di Younited.

“Siamo orgogliosi di questa operazione che rafforza il nostro percorso di crescita e di riconoscimento come leader fintech a livello europeo. In particolare, la società investe in Italia in un mercato a elevato potenziale: rispondiamo allargando il nostro organico, con nuovi specialisti e giovani talenti, per supportare lo sviluppo del business; stiamo attivando nuove partnership con aziende di leader di settore e sviluppando servizi e soluzioni alternative per anticipare le necessità di finanziamento che la dinamicità del mercato e la digitalizzazione richiedono”, ha affermato Stefano Piscitelli, direttore generale di Younited Credit Italia.

170 milioni di dollari per raggiungere tre obiettivi strategici.

I fondi raccolti saranno utilizzati per consolidare la presenza di Younited sul mercato europeo in Francia, Italia, Spagna, Portogallo e Germania, con questi ultimi quattro paesi che rappresentano già il 40% dei ricavi netti di Younited.

Younited sta industrializzando la sua offerta B2B, per conquistare nuovi mercati e ampliare la sua rete di partner. In particolare, lancerà la sua soluzione Younited Pay nella seconda metà del 2021. Questo metodo di pagamento esclusivo consente a e-business e a attività commerciali fisiche di fornire ai propri clienti un prodotto che offra pagamenti flessibili, da tre a 48 mesi.

Questa soluzione è già disponibile in Francia su siti selezionati tra cui Free, Micromania, LDLC; e in Italia con i principali distributori Apple, finanziando attualmente diverse centinaia di migliaia di acquisti. Younited Pay sarà disponibile sia online che presso i punti vendita fisici, dove ha mostrato una penetrazione eccezionale (oltre il 50% dei pagamenti Younited Pay effettuati da gennaio 2021 sono stati effettuati presso punti vendita fisici).

Questi sviluppi ambiziosi avranno bisogno di nuovi talenti. Younited, che attualmente impiega 440 dipendenti a Parigi, Roma, Barcellona e Monaco di Baviera, prevede di assumere ulteriori 200 dipendenti entro la fine del 2022.

Infine, Younited punta a incrementare l’innovazione dei propri prodotti, basata su dati e intelligenza artificiale, e ad accelerare lo sviluppo di nuovi strumenti di finanza personale.

A nome del Consiglio di Sorveglianza, sono lieto di accogliere tra noi Bridgepoint e Goldman Sachs nell’ambito del più importante aumento di capitale di Younited. Siamo pienamente impegnati al fianco di Charles Egly, Geoffroy Guigou e dei loro team per supportare la fase successiva e più ambiziosa dello sviluppo di Younited sui mercati internazionali. Come fintech europeo modello, Younited possiede tutte le carte necessarie per diventare un leader globale nel settore dei prestiti e dei pagamenti,” ha affermato Gilles Grapinet, presidente del consiglio di sorveglianza di Younited e presidente e CEO di Worldline.

Con questo nuovo round di finanziamenti, Younited rafforza la sua posizione di leadership in Europa. Siamo molto orgogliosi di supportare questa grande azienda Next40, poiché accelera e migliora il processo di semplificazione del credito e dei pagamenti, che sono due fondamentali sfide economiche,” ha detto Yann du Rusquec, Partner, Eurazeo.

Il recente rafforzamento delle partnership operative tra Bpifrance e Younited riflette la fiducia che riponiamo sia nell’eccellenza dei loro team che nella forza e agilità delle loro soluzioni tecnologiche all’avanguardia. Siamo orgogliosi di supportare Younited in questa raccolta fondi, al fianco di investitori la cui statura testimonia la maturità, le ambizioni e il potenziale dell’azienda,” ha affermato Arnaud Caudoux, membro del consiglio di sorveglianza di Younited e vice amministratore delegato di Bpifrance.

Sposiamo la missione di Younited, di rendere l’accesso al credito e dunque la realizzazione di progetti, per consumatori e imprese, molto più semplice, veloce e trasparente, basandosi sull’uso della tecnologia più avanzata. Siamo rimasti colpiti dal talento del loro management team, dalla qualità della loro architettura tecnologica e dalla forza della loro cultura incentrata sul cliente. Siamo entusiasti di collaborare con Charles, Geoffroy e il loro team al fine di portare le loro soluzioni innovative al livello successivo in tutta Europa,” commenta Alexandre Flavier, direttore esecutivo nel team di Growth Equity di Goldman Sachs Growth Equity Asset Management.

Younited dispone di eccezionali risorse tecnologiche, unite a una leadership visionaria. Il suo DNA è perfettamente in linea con l’esperienza di Bridgepoint, nel settore dei servizi e delle tecnologie finanziarie, e nella sua strategia di supporto ai migliori imprenditori tecnologici sui loro mercati. Siamo molto felici di supportare le forti ambizioni di crescita di Younited,” ha dichiarato Carl de Vergie, direttore di Bridgepoint.