Volksbank chiude il primo semestre 2020 con un utile netto di Euro 6 milioni.

Come partner finanziario per le famiglie e le aziende la Banca ha dimostrato il suo ruolo attivo nella crisi Covid-19, con oltre 2 miliardi di finanziamenti sostenuti da moratorie.

Nel primo semestre 2020 Volksbank conferma il profilo di redditività sostenibile e solidità patrimoniale, nonostante gli impatti della crisi sanitaria Covid-19, grazie ad un modello di business fortemente radicato ed un’elevata qualità del portafoglio. La Banca ha dimostrato la capacità di assicurare il continuato supporto alle famiglie ed alle imprese e di garantire piena operatività grazie anche all’adozione di soluzioni di smart- working che hanno consentito un’estesa flessibilità operativa, a beneficio dei clienti e dei collaboratori.

La Banca si conferma fattore agevolatore e di sostegno alla crescita dell’economia locale, grazie alle iniziative volte a contrastare l’impatto della pandemia Covid-19, operando in condizioni di piena sicurezza per la clientela e per i collaboratori:

–  azione proattiva ed anticipatoria, con attivazione della prima moratoria volontaria il 17 marzo, seguita dalla moratoria del decreto liquidità n. 23 dell’8 aprile 2020, a cui si sono aggiunti gli interventi relativi alla convenzione ABI e ulteriori iniziative, tra cui convenzione con le provincie autonome di Trento e Bolzano;

–  supporto alle famiglie ed imprese per mitigare gli impatti della pandemia Covid-19. Al 30 giugno concesse più di n. 13.000 moratorie, legislative e non legislative, che hanno interessato finanziamenti per un valore lordo di più di 2 miliardi;

 erogati più di n. 2.400 nuovi finanziamenti per un ammontare di circa 85 mln che hanno beneficiato della garanzia pubblica

Il presidente Lukas Ladurner ha dichiarato: “I risultati dimostrano come la Banca stia reagendo bene allo scenario economico che stiamo affrontando, presentando due trimestri in utile. In linea con l’operato del Consiglio di Amministrazione in carica da tre mesi, Volksbank si è rafforzata per affrontare con maggiore resilienza l’incertezza derivante dalla crisi sanitaria. Stiamo anche lavorando per migliorare l’efficacia della Banca nell’essere partner finanziario per le famiglie e le imprese del territorio, così da assicurare risultati sostenibili nel lungo termine, come illustreremo in sede di presentazione del Piano industriale nel corso dell’autunno.”

Il direttore generale Alberto Naef ha dichiarato: “Abbiamo dimostrato il ruolo attivo di Volksbank nell’aiutare i nostri clienti a far fronte all’impatto di Covid-19: La Banca ha deliberato moratorie su oltre 2 miliardi di finanziamenti, superando gli 11 miliardi di totale attivo. Abbiamo inoltre rafforzato la liquidità, con titoli stanziabili liberi pari a 1,5 miliardi di euro, il capitale, con un CET1 Ratio al 13,3% e la copertura dei crediti problematici, che raggiunge il 54,5%, così da rendere la Banca più solida agli shock economici che eventualmente potremmo dover affrontare“.