Il Gruppo Bancario BPL, guidato dall’amministratore delegato Paolo Caroli, comunica i principali dati consolidati al 30/06/2021 che attestano una crescita sostenuta in tutti i comparti di attività e un’ottima performace nelle due principali aree di business (leasing e CQS).

In particolare, nel primo semestre 2021, la nuova produzione leasing ammonta a Euro 51,9 milioni, registrando un incremento del 59% rispetto al primo semestre 2020 e a fronte del +48% registrato dal settore.

I nuovi flussi derivanti dalla Cessione del quinto dello stipendio (CQS) ammontano a Euro 94,8 milioni, registrando un incremento del 62% rispetto al primo semestre 2020.

Stabile la nuova produzione mutui, pari ad Euro 16,5 milioni, che resta sostanzialmente allineata alla produzione del primo semestre 2020.

Significativa la crescita dello stock di finanziamenti erogati alla clientela, pari ad Euro 481 milioni, superiori di quasi Euro 50 milioni rispetto al dato di fine 2020 per effetto dell’incremento avuto nello stock dei crediti CQS ( Euro 15,3 milioni), nel portafoglio impieghi bancari ( Euro 20,5 milionii) e nel portafoglio leasing (Euro14,2 milioni).

Nel primo semestre il totale attivo è stato pari a Euro 766,6 milioni, registrando un incremento del 6% rispetto a fine 2020. In miglioramento anche la raccolta diretta complessiva, pari a Euro 409,2 milioni, con un +7% rispetto a fine 2020.

Il risultato semestrale registra un risultato molto positivo anche per il margine d’interesse, pari a Euro 5,9 milioni, con un incremento del 68% rispetto al primo semestre 2020, e del margine d’intermediazione che ammonta a Euro 9,1 milioni, registrando un incremento del 111% rispetto al primo semestre 2020.

Il risultato lordo consolidato risulta positivo per Euro 0,5 milioni, grazie al miglioramento delle principali linee di ricavo. Il risultato netto consolidato è positivo per Euro 149 mila, ampiamente migliore rispetto al 2020 (risultato negativo per Euro 979 mila) e sostanzialmente in linea con quanto previsto da Piano.

Il Total Capital Ratio a livello consolidato è pari al 14,4%. I Fondi Propri di Vigilanza ammontano ad Euro 51,2 milioni, superiori di Euro 0,5 milioni rispetto a fine 2020.

Nel corso del primo semestre 2021 sono proseguiti anche gli sviluppi e l’integrazione organizzativa/informatica delle nuove entità del Gruppo Bancario, nato nell’estate 2020 a seguito dell’acquisizione del 100% di ADV Finance, Procredit e ADV Family.

Paolo Caroli, amministratore delegato del gruppo, ha commentato: “Siamo particolarmente soddisfatti dei risultati del primo semestre 2021, che confermano l’efficacia del modello di business adottato in un’ottica di crescita sostenibile. L’incremento registrato da tutti i comparti di attività – prosegue Caroli – ed il conseguente miglioramento dei margini, abbinati alla crescita economica in atto, ci danno una visione positiva sul prosieguo dell’anno. Ottimismo confermato dal fatto che a fine luglio la banca ha superato per la prima volta i 500 milioni di impieghi commerciali verso la clientela e a fine agosto la rete agenti ha superato come contratti stipulati il valore complessivo del 2020”.