L’assemblea di Fimaa (Federazione italiana mediatori agenti d’affari, (aderente a Confcommercio-Imprese per l’Italia), in rappresentanza delle oltre 12mila imprese associate, ha confermato Santino Taverna presidente nazionale dell’associazione per il quinquennio 2020-2025.

Tra i due candidati alla presidenza, la maggioranza ha nuovamente indicato Taverna alla guida della più numerosa e importante federazione di categoria italiana dei mediatori agenti d’affari (agenti immobiliari, mediatori merceologici, mediatori creditizi, agenti in attività finanziaria, agenti di servizi vari).

Taverna, eletto lo scorso 15 luglio nel Consiglio Confcommercio-Imprese per l’Italia, è agente immobiliare da oltre 42 anni (ha iniziato la sua attività nel settore nel 1978), presidente Fimaa Varese, e ricopre incarichi istituzionali anche in Camera di Commercio e in Confcommercio Varese.

Nel suo intervento il presidente eletto Santino Taverna ha affermato “Fimaa è la più antica e grande associazione della mediazione immobiliare, merceologica, creditizia, degli agenti in attività finanziaria e dei servizi vari. Ci aspettano tante sfide all’orizzonte. La Federazione ha il grande compito di indicare le nuove strade da percorrere a tutela delle categorie rappresentate, in un mondo radicalmente cambiato anche a causa della pandemia da Covid-19. Lo sforzo è quello di arginare conseguenze sicuramente pesanti, da trasformare in capacità di ripartire, percorrendo la strada migliore per renderci più forti. Alle misure per arginare il rischio di disintermediazione, si aggiungono strategie e iniziative per rivedere il posizionamento delle categorie rappresentate sul mercato, la relazione con il cliente-consumatore e la necessità di rendere concreta la crescita professionale degli operatori. Continueremo a farlo, remando tutti insieme verso un’unica direzione, nell’interesse dei consumatori, delle categorie e della stessa Federazione”.

 

L’assemblea è stata chiamata ad eleggere anche i componenti del Consiglio nazionale e dei Collegi dei Revisori dei conti e dei Probiviri.

Fanno parte del nuovo Consiglio oltre al presidente Santino Taverna (Fimaa Varese) anche: Valerio Arseni (Fimaa Lecce), Pier Luigi Bairo (Fimaa Genova), Carlo Barbagli (Fimaa Arezzo), Mirko Bargolini (Fimaa Como), Luciano Bianchi (Fimaa Grosseto), Davide Bisi (Fimaa Pavia), Oscar Caironi (Fimaa Bergamo), Giuseppe Campisciano (Fimaa Milano, Lodi, Monza e Brianza), Roberto Capriglione (Fimaa Marche Centrali), Giancarlo De Bartolomeo (Fimaa Taranto), Vincenzo De Falco (Fimaa Campania), Silvia Dell’Uomo (Fimaa Padova), Pasquale Di Santo (Fimaa Foggia), Pietro Alfredo Falbo (Fimaa Calabria Centrale), Enrico Fenoglio (Fimaa Asti), Laura Forzano (Fimaa Savona), Alessandro Gabriele (Fimaa Lucca e Massa Carrara), Francesco Gentili(Fimaa Verona), Maurizio Iori (Fimaa Roma), Roberto Maccaferri (Fimaa Bologna), Marco Mainas (Fimaa Sud Sardegna), Antonino Nicolosi (Fimaa Catania), Andrea Oliva (Fimaa Trieste), Maurizio Pezzetta (Fimaa Roma), Vittorio Piscitelli (Fimaa Lazio Sud), Alessandro Simonetto (Fimaa Venezia e Rovigo), Ivano Venturini (Fimaa Ravenna).

Il Collegio dei Revisori dei conti risulta composto da Claudio Girardi (Fimaa Verona), Eugenio Magno (Fimaa Milano, Lodi, Monza e Brianza) ed Alberto Pistone (Fimaa Roma) in qualità di componenti effettivi, nonché da Antonio Caso (Fimaa Asti) e Pasquale Pennisi (Fimaa Roma) in qualità di componenti supplenti. Mentre il Collegio dei Probiviri è composto da Fabio Bianco(Fimaa Pavia), Giuseppe Bucciarelli (Fimaa Pescara), Giorgio Pizzi (Fimaa Torino), Raoul Sarghini (Fimaa Roma), Michele Pizzullo(Fimaa Roma) come componenti effettivi e da Michele Nazzaro (Fimaa Campania) e Claudio Zanetti (Fimaa Como) come componenti supplenti.