Poste Italiane ha mostrato dinamicità con le richieste di finanziamento da parte dei clienti, almeno nei primi nove mesi del 2020.

Con riferimento all’offerta dei Finanziamenti BancoPosta Retail, è stata avviata la promozione “Riparti Italia”, con condizioni economiche vantaggiose, per dare nuovo impulso all’attuale difficile congiuntura economica del Paese.

Inoltre, è proseguita l’attività promozionale su Prestito BancoPosta Online, per incentivare l’utilizzo del canale a distanza ed è stata introdotta la facoltà di sospensione delle rate per PrestitiBancoPosta Retail e Small Business su tutto il territorio nazionale.

Nel periodo in esame è stata avviata l’offerta di un finanziamento chirografario a medio/lungo termine, assistito dalla Garanzia del Fondo Centrale, in misura pari al 100%, come definito ai sensi dell’art. 13, comma 1, lettera m) del Decreto Legge 8 aprile 2020 n. 23 (Decreto Liquidità) convertito nella Legge del 5 giugno 2020, n.40), destinato alle micro, piccole e medie imprese italiane (incluse le ditte individuali), la cui attività sia stata danneggiata dall’emergenza Covid-19. Il finanziamento è collocato da Poste Italiane ed è erogato da Mediocredito Centrale.

Nel mese di aprile 2020, è stato lanciato il prodotto di anticipazione del trattamento di cassa integrazione ordinaria e in deroga dedicato ai clienti BancoPosta e PostePay Evolution con accredito dello stipendio.

Sempre in relazione alle misure connesse all’emergenza sanitaria, in accordo con le banche finanziatrici, è stata data la possibilità ai titolari di mutui BancoPosta, di utilizzare il Fondo di solidarietà gestito da Consap, per i mutui prima casa, fino ad un massimo di 18 mesi con un contributo che copre il 50% degli interessi maturati durante il periodo di sospensione mentre, per quelli che non rientrano nei requisiti richiesti dal Fondo, è stata prevista la possibilità di sospensione del mutuo ipotecario per un massimo di 12 mesi.

Sono anche attese nuove partnership nei mutui e nei prestiti.