Sparkasse ha approvato l’ utile netto che raggiunge gli Euro 72,6 milioni a livello di Gruppo il livello più alto della storia della Banca, con una crescita del 139,6% nei confronti dell’anno precedente. 

“I nostri numeri sono solidi e robusti, siamo orgoglioso di questi risultati che sono frutto di una strategia lungimirante. Sparkasse oggi è un’azienda sana, con processi ben strutturati e soprattutto, con delle ottime prospettive future. A tutti i nostri Azionisti, tra cui in primis il nostro socio di riferimento, la Fondazione Cassa di Risparmio, vanno i nostri ringraziamenti per la fiducia che hanno risposto in noi in tutti questi anni. I risultati raggiunti, ci permettono la distribuzione di un 3 dividendo di euro 33,3 centesimi per azione, ovvero un rendimento da dividendi pari al 3,6% per la soddisfazione dei nostri azionisti. Cogliamo anche l’occasione per dare il benvenuto alle nuove componenti degli organi societari. La rinnovata Governance possiede i migliori requisiti per garantire la realizzazione di tutti gli obiettivi dell’importante Piano Industriale 2021–2023 che ci siamo posti”, ha dichiarato il presidente Gerhard Brandstätter.

“Nel corso degli anni abbiamo intrapreso un percorso di crescita costante che ci ha permesso di contraddistinguerci, anche grazie alla capacità di adattare le nostre offerte. I clienti ci confermano il gradimento dei nostri servizi aumentando i flussi e le richieste che fanno crescere progressivamente il livello delle nostre attività. I dati del 2021 evidenziano questa capacità, siamo molto soddisfatti dei risultati raggiunti che testimoniano la validità delle scelte intraprese. Con la decisione di voler acquisire CiviBank per realizzare il più importante gruppo bancario locale con sede nel nordest abbiamo anche posto le basi per uno sviluppo per linee esterne, frutto di scelte finalizzate a potenziare, coerentemente con le linee guida tracciate nel nostro Piano Strategico, la nostra presenza in nuovi mercati. Vogliamo essere una Banca che punta su una crescita sostenibile, che consolida il proprio ruolo di Banca leader ed è sempre attenta alle nuove tendenze di mercato,” ha detto l’amministratore delegato e direttore generale, Nicola Calabrò.

Oltre all’approvazione dei conti 2021, l’Assemblea dei Soci ha eletto per il triennio 2022-2024 gli organi societari.

Al vertice del Consiglio di Amministrazione sono stati riconfermati in carica il presidente Gerhard Brandstätter, il vice-presidente Carlo Costa e l’amministratore delegato nonché direttore generale Nicola Calabrò. Quali consiglieri di amministrazione sono stati confermati Marco Carlini, Christoph Rainer e Klaus Vanzi. Al fine di rafforzare la quota di genere, come previsto tra l’altro anche dal nuovo Statuto della Banca, sono state elette, come nuove consigliere di amministrazione, Margareth Helfer, Evelyn Kirchmaier e Astrid Marinelli.

L’Assemblea ha, inoltre, confermato Martha Florian von Call quale presidente del Collegio Sindacale nonché Massimo Biasin quale sindaco effettivo. Nuovi eletti sono, invece, Claudia Longi quale sindaco effettivo nonché Laura Galleran e Christian Pillon come sindaci supplenti.

L’Assemblea ha anche approvato un plafond per l’acquisto di azione proprie nell’ammontare di euro 14 mln, previo ottenimento dell’autorizzazione all’acquisto del maggior quantitativo da parte di Banca d’Italia.