In uno scenario economico e sociale ancora complesso, il Gruppo Credem ha continuato a generare valore con un forte focus su innovazione e sostenibilità anche nel 3° trimestre 2021.

In particolare, l’utile netto consolidato è pari a 275,8 milioni di euro, in progresso del 98,1% rispetto allo stesso periodo del 2020 influenzato positivamente dalla contabilizzazione degli effetti della fusione per incorporazione della Cassa di Risparmio di Cento.

Credem ha confermato inoltre la resilienza e la competitività del proprio modello di business che, unitamente al valore delle Persone che operano nel Gruppo, hanno consentito di raggiungere risultati commerciali di eccellenza.

E’ proseguito con decisione il sostegno a famiglie ed imprese nella fase di ripresa con i prestiti che hanno raggiunto quota 31,5 miliardi di euro (+11,9% a/a).

I mutui casa alle famiglie registrano nuove erogazioni per 1,4 miliardi di euro nei primi nove mesi dell’anno

(+15,1% rispetto allo stesso periodo del 2020). Nell’ambito dell’emergenza Covid 19 il Gruppo, ad inizio del 2020, ha attivato sin da subito tutte le possibilità previste dalle iniziative governative. Attualmente le moratorie ed iniziative di sostegno creditizio, anche su base volontaria o per adesione ad Accordi ABI si attestano a 1,2 miliardi di euro (3,6 miliardi di euro a dicembre 2020), a cui si aggiunge l’erogazione di ulteriori 3,3 miliardi di euro di prestiti e i finanziamenti con garanzia statale (2,2 miliardi di euro a dicembre 2020). I clienti hanno riconfermato la propria fiducia nella capacità del Gruppo di tutelare e valorizzare i propri risparmi come dimostrato dalla raccolta complessiva da clientela(9) in progresso del 18,5% a/a a 88,5 miliardi di euro con, in dettaglio, la raccolta gestita che si attesta a 34 miliardi di euro (+19,9% a/a) e la raccolta assicurativa che raggiunge 8,4 miliardi di euro (+12% a/a). I premi legati a garanzie di protezione vita e danni raggiungono i 50,2 milioni di euro (+4,4%). Sono stati 64 mila i nuovi clienti(11) acquisiti da gennaio a fine settembre 2021. E’ stata inoltre finalizzata e completata la fusione per incorporazione della Cassa di Risparmio di Cento in Credito Emiliano.

Il direttore generale di Credem Nazzareno Gregori ha dichiarato: “Gli eccellenti risultati che riusciamo ad ottenere con continuità sono la conferma di quanto sia importante creare un ecosistema in grado di agire su più fronti per assistere e supportare i nostri clienti in modo sempre più completo ed in linea con esigenze in continua evoluzione. Stiamo portando avanti un percorso di costante sviluppo e potenziamento del nostro modello di business che mantiene la forte focalizzazione sul supporto creditizio alle famiglie ed alle imprese, sulla protezione e la valorizzazione dei patrimoni dei clienti e sulla sempre maggiore attenzione all’innovazione ed alla sostenibilità. In questi mesi abbiamo anche completato con successo l’integrazione con la Cassa di Risparmio di Cento che sta portando importanti benefici ed un grande valore grazie alla professionalità di tutte le persone coinvolte”.