Unirec e il Forum Unirec-Consumatori – un tavolo di lavoro strutturato tra le imprese aderenti a Unirec e 8 delle principali Associazioni dei Consumatori – hanno visto accogliere da parte dell’AGCM la denuncia in cui segnalavano la presenza, sul sito web della società Difesa Debitori, di elementi potenzialmente idonei a confondere e alterare l’opinione della clientela con riguardo ai servizi a pagamento di consulenza ed intermediazione forniti da Difesa Debitori ai debitori insolventi.

In sintesi, con provvedimento n. 28476 del 2020 l’AGCM ha accertato diverse condotte scorrette e ingannevoli poste in essere da Difesa Debitori, quali ad esempio il fatto che la Società abbia omesso di fornire ai consumatori informazioni fondamentali, quali i costi fissi applicati ai servizi offerti, le percentuali del debito trattenute e le spese amministrative poste a carico dei consumatori.

A tale condotta si aggiunge anche il fatto che Difesa Debitori ha diffuso informazioni non rispondenti al vero, prospettando ai consumatori con particolare enfasi, nelle comunicazioni e nello stesso sito web, fantomatici risparmi e vantaggi, mentre la stessa Difesa Debitori ha ammesso nel corso del procedimento di non poter fornire, in realtà, alcuna garanzia di successo.

In ragione della gravità di tale violazione degli artt. 21 comma 1, lettere b) e c) e 22, comma 1, del Codice del Consumo, l’AGCM, oltre a vietare tali comportamenti per il futuro, ha inflitto a Difesa Debitori una sanzione amministrativa pecuniaria di un milione di euro, così come riportato nel Bollettino n°50 dell’AGCM.

Nell’ambito di questo provvedimento il Forum Unirec Consumatori è stato assistito dall’Avv. Sacha D’Ecclesiis dello Studio legale Cintioli e Associati.

“Abbiamo come principale obiettivo quello di tutelare i diritti dei consumatori e proteggerli da comportamenti commerciali scorretti o ingannevoli. Accogliamo con soddisfazione la decisione dell’AGCM che mette ordine in un settore di mercato particolarmente complicato dato che le debt agency operano al lato di persone spesso con gravi difficoltà economiche che potrebbero facilmente illudersi di trovare una semplice soluzione alle loro problematiche. Ribadiamo il nostro supporto ai cittadini nell’affrontare, anche preventivamente, con loro tali situazioni”, ha dichiarato Roberto Tascini, Vice presidente del Forum Unirec-Consumatori e Presidente di ADOC.

“Tale decisione dell’AGCM è particolarmente importante, come evidenziato anche dall’importo consistente della sanzione amministrativa inflitta, perché ribadisce dei principi fondamentali cui devono attenersi le società, ormai numerose, che fanno leva sulla situazione di vulnerabilità dei debitori insolventi per creare modelli di business particolarmente lucrosi per le stesse società e, spesso, drammaticamente dannosi per i consumatori stessi. A tal fine ricordiamo che il Forum Unirec Consumatori offre invece la possibilità di appellarsi ad un meccanismo gratuito di conciliazione paritetica delle controversie che potrebbe essere utile nel caso di situazioni di conflitto” ha spiegato il presidente del Forum, Marcello Grimaldi.