Dynamica Retail ha rilasciato in produzione in questi giorni, dopo alcuni mesi di sviluppo e una fase di testing interna, la procedura per l’identificazione e la firma dei contratti di cessione del quinto tramite SPID.

Con 20 milioni di identità digitali certificate lo SPID, oltre che dalla Pubblica Amministrazione, è sempre più utilizzato e richiesto dal mercato per accelerare i processi di riconoscimento e di firma di contratti di svariati servizi, tra cui quelli finanziari.

Dynamica Retail questa tendenza aveva già iniziato a cavalcarla ben prima dell’avvento dello SPID e dell’emergenza sanitaria, consapevole che il mercato avrebbe accelerato nella direzione dei servizi 100% digitali.

La procedura a distanza per la conclusione dei contratti di cessione del quinto era infatti già stata sviluppata prima del diffondersi del Covid e da oggi Dynamica Retail aggiunge un importante tassello nella sua strategia di digitalizzazione in linea con il suo DNA che la vede da sempre protagonista delle rivoluzioni tecnologiche.

Questa evoluzione permetterà a Dynamica Retail di erogare un servizio sempre più efficiente e di migliorare la customer experience del cliente che potrà firmare i contratti, sia che siano conclusi a distanza o presso la propria rete di agenti in attività finanziaria, con lo SPID, snellendo la procedura distributiva e accorciando sensibilmente i tempi di erogazione del prestito.

Alessio D’Arpa (in foto), direttore generale di Dynamica Retail, evidenzia l’importanza della nuova procedura e afferma: “Oggi Dynamica Retail ha compiuto un passo in più sotto due fronti: miglioramento del servizio offerto alla nostra Rete e ai nostri clienti e ulteriore digitalizzazione del paradigma distributivo. Siamo molto felici di essere fra i primi ad aver raggiunto questo step di sviluppo fondamentale nell’ambito di una strategia digitale di più ampio respiro che vedrà ulteriori importanti novità in arrivo nei prossimi mesi”.