da Semestrale Creval

Nonostante il difficile contesto esterno che si è venuto a creare, Creval a un anno dal lancio del Piano Industriale ha già raggiunto importanti obiettivi strategici in termini di riduzione dei rischi di credito, razionalizzazione della base costi e solidità patrimoniale.

I risultati consolidati al 30 giugno 2020 evidenziano infatti un utile netto pari a Euro 41 milioni  in aumento del 74% rispetto ad un utile di Euro 23,5 milioni registrato nel primo semestre 2019.

Con riferimento ai finanziamenti e, in particolare, ai prestiti personali ai consumatori, questo primo semestre ha visto Creval fortemente impegnata a trovare rapidamente soluzioni che permettessero di accontentare il fabbisogno della clientela anche durante il difficile periodo di lockdown.

La soluzione è stata creata grazie al perfezionamento di nuovo processo denominato “Fast Lending”, che da un lato ha ridotto notevolmente i tempi per richiedere ed ottenere un prestito personale, dall’altro ha permesso di richiederlo ed erogarlo completamente a distanza. In particolare, il gestore telefonicamente raccoglie le informazioni necessarie per supportare l’istruttoria del finanziamento; il cliente, accedendo al suo internet banking, può visionare la sua proposta personalizzata, richiedere il finanziamento, sottoscrivere il contratto e ottenere l’erogazione del prestito direttamente in conto corrente, in modo sicuro e veloce.

Questo processo, perfezionato in un periodo di emergenza, ha permesso di creare una proposizione “ibrida”, tra il canale on-line puro, dove l’utente avanza le sue richieste e dialoga spesso con un “chatbot” ed una forma di accesso ai servizi innovativa, sempre da remoto e dal proprio internet banking, ma potendo contare anche sul supporto e la fiducia del proprio gestore, che si interessa personalmente alle richieste, sfruttando un servizio personalizzato ad alto valore aggiunto.

Tali iniziative hanno incontrato il favore della clientela consentendo, in particolare di raggiungere nel secondo trimestre 2020, il record di erogazioni di credito al consumo della Banca, (+36% rispetto al trimestre precedente e +74% su base annua).