a cura di Credipass

Dopo un primo semestre del 2022 all’insegna dei numeri da record, la crescita di Credipass continua anche nel mese di luglio.

L’intermediato bancario di Credipass ha superato un nuovo record di Euro 135 milioni nel solo mese di luglio. Nello stesso periodo è stato raggiunto anche il più elevato numero di pratiche di mutui erogati in un solo mese, così come l’ammontare del fatturato relativo alle mediazioni è andato oltre il livello più alto registrato in passato.

Sempre a luglio, l’intermediato delle cessioni del quinto ha raggiunto una quota vicina ai Euro 18 milioni, confermando Credipass come la società di mediazione creditizia leader del settore.

Tra le aree che si sono particolarmente distinte nello scorso mese di luglio c’è la Lombardia, che ha superato ogni record di intermediato bancario con oltre Euro 42 milioni, un livello ben superiore rispetto alla maggioranza delle società di mediazione creditizia su scala nazionale.

Alessandro Viecelli (nella foto), divisional di Credipass di Lombardia e Marche, desidera ringraziare uno ad uno tutti i Manager e i collaboratori delle due Regioni che hanno saputo cogliere al meglio tutti gli strumenti e le opportunità che Credipass mette loro a disposizione e soprattutto per la loro capacità di formare un team vincente che porta benefici a tutti. Senza un perfetto gioco di squadra coordinato nei minimi dettagli – ha continuato Viecelli – non sarebbe stato possibile raggiungere questo risultato straordinario.

Per quanto riguarda le cessioni del quinto, l’area più performante è stata quella della Sicilia, Calabria e Sardegna, che ha superato quota Euro 6,5 milioni di intermediato.

Il Divisonal Nicolò Candido (nella foto) considera questo strepitoso traguardo come il frutto dell’integrazione perfetta tra due figure professionali differenti, quella dell’esperto di mutui e quella dello specialista CQS, che in passato sembravano lontane e che oggi invece perseguono gli stessi obiettivi creando sinergie all’interno dei singoli Punti vendita e alimentando una maggiore produzione di pratiche che garantisce all’intera rete commerciale un notevole incremento del fatturato.

Inoltre, Candido ha sottolineato come l’innesto di nuovi professionisti provenienti dalla concorrenza e l’inestimabile supporto quotidiano dei back office CQS siano stati determinanti per determinanti per il raggiungimento di questo incredibile obiettivo.