Nell’ambito della nota emergenza epidemiologica da COVID-19, il Gruppo Banca Sistema (nella foto il suo ceo Gianluca Garbi) si è attivato già dalla giornata di venerdì e nel corso del fine settimana per seguire l’evolvere della situazione ed assumere le iniziative del caso.

Verificato che nessuno dei propri dipendenti risiede nei Comuni oggetto di isolamento da parte delle Autorità competenti, sono stati comunque adottati i seguenti accorgimenti precauzionali:

–            è stato attivato sin dalla data odierna l’utilizzo dello smartworking per circa il 40% dei dipendenti della sede di Milano riservandosi di aumentare ulteriormente questa percentuale;

–            a coloro che per improrogabili ragioni di servizio non hanno potuto avvalersi dello smartworking, è stata data indicazione di privilegiare gli spostamenti con mezzi propri evitando l’utilizzo dei mezzi pubblici nell’area lombarda. Contestualmente, i dipendenti in servizio presso la sede di Milano sono stati invitati a effettuare le proprie pause pranzo all’interno della Banca;

–            è stato previsto di rinforzare il protocollo di accesso ai locali della sede di Milano anche attraverso l’uso di misuratori di temperatura, attivo per tutti i dipendenti, fornitori e clienti in entrata negli uffici di Milano.

In questo contesto, il Gruppo Banca Sistema conferma la funzionalità di tutte le proprie sedi e filiali, incluse quelle di ProntoPegno, e la piena operatività di tutti i business compresa la specifica attività della Banca in relazione al finanziamento della spesa pubblica anche nel settore sanitario, di cui è ragionevole prevedere un significativo incremento nel prossimo periodo.

 

A tal riguardo, il management della Banca coglie l’occasione per ringraziare tutti i colleghi, in particolare quelli residenti nella regione Lombardia, che saranno chiamati a far fronte a un incremento del proprio carico di lavoro in condizioni non ordinarie.