da Risultati annuali di Che Banca!

Gli impieghi alle famiglie salgono a €11,4mld (+2,7% a/a), con un erogato annuo di €2,2mld e €0,7mld nell’ultimo trimestre.

La qualità dell’attivo è in miglioramento rispetto a giugno 2021. Le deteriorate lorde registrano una riduzione (da €210,5m a €195,5m) con un’incidenza sugli impieghi pari all’1,7% in riduzione rispetto all’1,9% del 30 giugno 2021.

Le attività deteriorate nette si riducono da €112,5m a €98,6m anche grazie all’incremento al 49,6% del tasso di copertura rispetto al 46,6% di inizio esercizio e rappresentano lo 0,9% degli impieghi netti.

Le sofferenze nette si riducono da €43,2m a €33,5m e sono pari allo 0,3% degli impieghi netti, il tasso di copertura passa dal 60,3% al 66,5%. Le posizioni nette a stage 2 sono in riduzione e passano da €840,3m di inizio esercizio a €784,4m al 30 giugno e rappresentano il 6,9% del totale dei crediti.

Per quanto riguarda gli impatti delle sospensioni di rate di mutuo conseguenti alla pandemia Covid-19 si segnala che ne risultano ancora in essere €19,6m (0,2% degli impieghi) prudenzialmente classificate a stage 2 ed a stage 3 (rispettivamente il 92% e l’8%). Il 94,3% delle moratorie scadute ha regolarmente ripreso i pagamenti, il 3,7% ha manifestato inadempimenti ed il restante 2% ha avuto un ulteriore posticipo delle scadenze…

…L’innovazione digitale ha rafforzato in particolare il canale mobile: è stata completata nel mese di febbraio la migrazione della clientela nella nuova App di mobile banking, per offrire elevati standard di performance, migliorare l’esperienza di utilizzo e ampliare il perimetro di funzionalità e servizi. È proseguito inoltre l’arricchimento dei servizi digitali sulla monetica.

Sono proseguiti anche quest’anno importanti interventi nella valorizzazione della rete distributiva, sia attraverso la rilocazione o la ristrutturazione delle filiali esistenti, sia attraverso alcune nuove aperture in piazze selezionate, favorendo il rafforzamento della rete commerciale.

Complessivamente la rete distributiva consta oggi di 1.023 professionisti: 507 gestori premier (486 a giugno 2021, +21 a/a) e 516 consulenti finanziari (465 a giugno 2021, +51 a/a) che svolgono la propria attività su 207 tra filiali e uffici finanziari (205 a giugno 2021, +2 a/a).

Nell’anno è stata inoltre potenziata la piattaforma di consulenza e l’attività di riqualificazione dei portafogli dei clienti, in ottica di protezione e diversificazione degli stessi, al fine di garantire la difesa dei risparmi della clientela anche in uno scenario di mercato complesso come quello che ha caratterizzato l’ultimo semestre.

L’offerta dei prodotti d’investimento è stata rafforzata grazie al potenziamento del servizio di Gestioni Patrimoniali Mediobanca Sgr per CheBanca! Premier con l’introduzione di due nuove linee «Media Volatilità» e «Alta Volatilità», alla distribuzione del primo Fondo in delega di Mediobanca Sgr con MFS. Sono stati inoltre conclusi con successo i collocamenti del Fondo Target Maturity Mediobanca Diversified Credit Portfolio 2028 di Mediobanca Sgr, oltre che di 34 emissioni di bond e certificates, prediligendo strutture dall’alto grado di protezione.

Il costante rafforzamento della relazionecon i clienti è confermato dagli elevati livelli di Customer Satisfaction rilevati nel corso dell’anno.